Nurallao, fascino senza tempo nel cuore della Sardegna

nurallaoNon solo mare in Sardegna, innumerevoli sono i luoghi da sogno anche nel suo suggestivo entroterra. Immerso nel fascino della natura lussureggiante, abbarbicato su una splendida collina, Nurallao è un piccolo ma suggestivo comune sardo che affonda le sue radici nella storia. Luogo da sogno adornato da secolari nuraghe, testimonianza di epoca nuragica, è immerso nel parco de “Funtana is arinus” che con il suo bellissimo bosco e una cascata di 20 metri, gode di un fascino tutto suo. Da qui infatti parte il Rio Sarcidano, il corso d’acqua che alimenta la diga Is Barrocus e sempre qui, tra i boschi che circondano Nurallao, si ferma il trenino verde, mezzo di collegamento tra Cagaliari, Arbatax e Sorgono. In questo piccolo centro del Sarcidano a 400 metri di altezza, l’economia è basata su pastorizia, artigianato e agricoltura. Il paese, che ospita oggi poco più di un migliaio di abitanti, è caratterizzato dalla chiesa campestre della Madonna della Strada, edificio religioso di straordinaria importanza poiché costruito dalla popolazione nurallese. Non meno importante è la parrocchiale di San Pietro Apostolo, patrono del paese, con il suo imponente campanile in pietra e la casa-museo rurale di zia Luigina, all’interno della quale ammirare arredi e attrezzi sardi di epoca ottocentesca. Sito di straordinaria importanza archeologica, ricco di campagne e boschi da sogno da vivere con escursioni e lunghe passeggiate, Nurallao è la meta perfetta per una vacanza da organizzare lungo tutto l’anno, per ammirare il paesaggio nella sua varietà stagionale e scoprire le specie animali che né popolano i rigogliosi boschi.  


20/11/2012 09:00:00
Autore: F.B.

comments powered by Disqus