Algeri, incanto del deserto

 

Se questa città affacciata sul Mediterraneo è stata inserita all’interno della lista dei luoghi considerati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, un motivo ci sarà, anzi, più di uno.

Algeri, capitale e più importante porto dell’Algeria, ha una storia che ne delinea il fascino e l’assoluta unicità; nata come nucleo fenicio, Algeri ha subito nel corso dei secoli la dominazione di varie popolazioni, come i Bizantini, gli Arabi e, in anni più recenti, i Francesi.

Passeggiare per i vicoli antichi che hanno i colori caldi del deserto e lasciarsi inebriare dal profumo delle spezie del mercato di Bab el Oued, vi farà vivere appieno l’atmosfera di questa suggestiva città.

Tra i tanti luoghi che è possibile visitare ad Algeri, due meritano un’attenzione particolare: la Moschea Grande e la Casbah.

La Moschea, risalente al 1018, è il luogo di culto per i musulmani più antico e imponente di Algeri. Attualmente, la Moschea Grande è sede di un’importante scuola di teologia.

Se volete immergervi completamente nel fascino di Algeri, non potete assolutamente perdere l’occasione di visitare la famosa Casbah, un’antica fortezza araba che si erge proprio al centro del quartiere vecchio della città.

Nonostante la Casbah sia stata pesantemente colpita dai bombardamenti francesi durante la Guerra di Indipendenza, questo angolo di Algeria mantiene intatto il suo fascino, non mancando di affascinare i turisti che decidono di addentrarsi al suo interno.

Se siete amanti della natura, Algeri ha in serbo una bellissima sorpresa per voi. Il Jardin d’Essai, una vera e propria oasi di pace a due passi dal centro, un angolo verde di quasi 80 ettari all’interno del quale potrete trovare un’ampia varietà di piante tropicali dall’aspetto e dai nomi esotici.

Tra i monumenti storici meglio conservati di Algeri, troviamo l’imponente Bastion 23, fortezza ottomana che, grazie ad un’attenta opera di restauro lunga quasi 6 anni, ha riacquistato il suo originale splendore ed è visitata ogni anni da migliaia di turisti che decidono di trascorrere una vacanza in questa affascinante città dove tradizione e modernità di incontrano.

Autore della foto associata a questo articolo: Damien Boilley
http://www.flickr.com/photos/damouns/35960813 


24/04/2013 09:00:00
Autore: Marianna Norillo

comments powered by Disqus