I vulcani attivi delle Hawaii

Haleakala Crater, Maui, HawaiiCos’hanno di così speciale i vulcani delle Hawaii?

Facciamo un tuffo nella storia…

 Le isole Hawaii emersero dal mare milioni di anni fa, forgiate dalla potenza dei vulcani.

Oggi, l’Hawaii Volcanoes National Park è uno dei pochi luoghi al mondo in cui i visitatori possono vedere dal vivo un vulcano attivo. Un’esperienza da fare almeno una volta nella vita, considerando che si può fare in tutta sicurezza.

Kilauea, uno dei vulcani più attivi del mondo, fa delle Hawaii una destinazione diversa da qualsiasi altro luogo.

Maunaloa, è la montagna più imponente del luogo, non sembra, ma occupa la metà delle isole Hawaii.

Attualmente ci sono tre vulcani attivi delle Hawaii,  Maunaloa e Kilauea che fanno parte del Parco Nazionale dei Vulcani delle Hawaii .

L’ultima eruzione di Maunaloa risale al 1984 mentre Kilauea è stato continuamente in eruzione dal 1983.

Il vulcano Loihi si trova ancora sott'acqua al largo della costa meridionale di Hawaii, è in eruzione dal 1996, questa montagna sottomarina emergente si presume sarà visibile sopra il livello dell’acqua fra 250.000 anni circa, aggiungendo così la nona isola della catena delle Hawaii.

Altri crateri importanti si possono esplorare sempre sotto la sorveglianza di una guida, e sono: Haleakala Leahi e il National Memorial del Pacifico a Punchbowl.

Oggi, il Parco Nazionale dei Vulcani delle Hawaii è una delle attrazioni turistiche più rilevanti delle isole, un   museo vivente dove i visitatori possono assistere alla potenza dei vulcani in modo  sorprendentemente reale.

Vi sentirete piccoli piccoli, pervasi da un  potere  quasi spirituale, lì si cammina lungo  sentieri rocciosi,  deserti   desolati che nel tempo fioriranno e prospereranno  di  vita nuova.

Guardare il cambiamento del paesaggio che si trasforma sotto i vostri occhi, è un’emozione non da poco, si ha la possibilità di assistere al processo primordiale di creazione e distruzione che fanno di questo parco una delle attrazioni turistiche più popolari e un luogo sacro per i nativi hawaiani.

Fondato nel 1916, il Parco comprende 333.000 ettari di estensione dalla vetta del Maunaloa al mare. Troverete 150 chilometri di percorsi da trekking attraverso sentieri, crateri vulcanici, deserti e foreste pluviali, nonché un museo, un corso di lava e i due vulcani attivi. La straordinaria varietà naturale del parco è stata riconosciuta nel 1980 dall'UNESCO e nel 1987, il parco è stato ancora una volta onorato come sito patrimoniale mondiale.

Le eruzioni in corso potrebbero durare altri 100 anni o fermarsi domani, Pele, la dea dei vulcani è molto imprevedibile, pertanto non perdete l’occasione di ammirare le forze della natura il più presto possibile.

di Nicolina Leone


24/03/2013 09:00:00
Autore: Nicolina Leone

comments powered by Disqus