La spiaggia di Tuerredda, un paradiso a due passi da te

...e andare, Per raggiungere posti da sogno non serve fare viaggi transoceanici. Basta un volo nazionale o un traghetto per arrivare in uno dei paradisi più belli al mondo: la spiaggia di Tuerredda, fra Capo Malfatano e Capo Spartivento nel territorio di Teulada, nella Sardegna Sud occidentale. Tuerredda viene inserita dagli esperti del settore turistico tra le dieci spiagge più belle dell'isola. E hanno ragione. Immersa in una splendida e suggestiva insenatura, vi lascerà senza fiato per la sua sabbia chiara e sottilissima simile al talco e per il suo mare turchese e cristallino. Neppure gli amanti dello snorkeling resteranno delusi da questa meraviglia della natura. A poche centinaia di metri dalla spiaggia di Tuerredda, c'è infatti l'omonimo isolotto, facilmente raggiungibile anche a nuoto.


Tuerredda NEUn tripudio di praterie di poseidonie, ricci e pesci di ogni colore che si immergono nelle acque dalla mille sfumature che vanno dall'azzurro tenue al blu più intenso e che nulla hanno da invidiare alle immagini caraibiche da cartolina. Intorno alla spiaggia poi, sorge rigogliosa la macchia mediterranea con i suoi arbusti bassi e il profumo del rosmarino e dei ginepri che riempie l'aria.  La spiaggia di Tuerredda è anche il luogo ideale per le famiglie e i bambini. Il suo fondale basso e sabbioso, l'assenza dei forti venti che mantiene le cristalline acque sempre calme rende questo paradiso un luogo sicuro anche per i più piccoli.

Un angolo di ParadisoInoltre il parcheggio è molto vicino e la discesa verso il lido è agevole e comoda. Raggiungere la spiaggia di Tuerredda è molto semplice e il tragitto è ben segnalato. Partendo da Cagliari si percorre la statale 195 in direzione Teulada e si svolta verso Chia. La spiaggia si trova a una manciata di chilometri. Sarà estremamente piacevole arrivarci: la statale è una bellissima strada costiera che permette di ammirare dall'alto questo splendore.

Autore di questo articolo: Deb - Vai alla sezione dedicata alla Sardegna


12/03/2013 09:00:00
Autore: A.V.

comments powered by Disqus