Isola di Salina

Suggestiva location che ha fatto da cornice al film candidato a cinque premi Oscar "Il postino" di Massimo Troisi, l'isola siciliana di Salina è parte dell'arcipelago delle Eolie, insignito del titolo di Patrimonio dell'Umanità da parte dell'Unesco. L'isola di Salina colpisce il viaggiatore per la sua incontaminata bellezza naturalistica, per il mare sempre cristallino e per la cordiale accoglienza che gli abitanti sanno riservare ai visitatori.

Di natura vulcanica e divisa in tre comuni, rappresenta la più armoniosa combinazione tra il color blu cangiante del mare e l'aspetto selvaggio dei due rilievi dalla forma conica che sovrastano l'isola, senza dimenticare la presenza di un laghetto dal quale un tempo si estraeva il sale e da cui deriva l'attuale nome.
Le spiagge dell'isola, insignite delle Cinque Vele Blu di Legambiente a testimonianza di una particolare attenzione e rispetto verso l'ambiente, offrono panorami mozzafiato: spiagge di ciottoli delimitate dalla falesia di tufo o immerse in una natura rigogliosa, calette molto riservate e deserte persino nel mese d'agosto, fondali rocciosi. Il tutto circondato dai tipici colori e profumi mediterranei.
L'isola di Salina è anche sinonimo di verde: terra fertile, è ricca di uliveti, frutteti e vigneti, che hanno reso celebre in tutto il mondo la Malvasia. La riserva naturale offre agli appassionati di trekking percorsi in boschi di felci, dove a dominare sono il silenzio e la natura incontaminata. Molto interessante è anche l'aspetto archeologico: meritano una visita gli scavi nei pressi di Santa Marina con i resti di abitazioni romane e la grotta del Saraceno.
Facilmente raggiungibile dai porti di Milazzo, Reggio Calabria, Messina, Napoli, Palermo e Cefalù, l'isola di Salina offre numerose strutture ricettive, una deliziosa cucina e una dinamica vita mondana fatta di sagre e manifestazioni.

04/07/2013 09:00:00
Autore: A.V.

comments powered by Disqus