Algarve, alla 'Fim do Mundo'

Marinha, Algarve

Di Laura Tirloni - L'Algarve (“giardino dell'occidente”) si trova nella parte più meridionale del Portogallo e più periferica d'Europa, e rappresenta una delle mete maggiormente ambite dal turismo europeo, per lo più inglese e nord europeo. La ragione, anche se ognuno ha la sua, risiede soprattutto nei 160 chilometri di variegate spiagge e negli splendidi panorami. L'area offre magnifiche baie, scogli a strapiombo sul mare cristallino e ricco di pesce. Il clima è temperato, l'acqua un po' fredda, anche d'estate. Siamo nell'oceano atlantico dopotutto.
Le spiagge si dividono in tre regioni: il
Barlavento ("sotto il vento") con spiaggette incastonate in ripidi dirupi, il Sotavento ("sopra il vento"), nell'estremità sud-occidentale, caratterizzata da spiagge sabbiose e pianeggianti e il Lagos a Sao vicente, più rocciosa e ventosa.
Le due grandi città
Faro e Lagos si fanno visitare con estremo piacere. Entrambe ricche di opere d'arte e di Azulejos, le tipiche piastrelle dipinte a mano presenti in numerosi palazzi e chiese ispirate alla cultura ispanico-araba e alla maiolica italiana del 400.

Algarve: Almancil
Nella parte occidentale di Faro troviamo
Albufeira, la più famosa e battuta meta balneare dell'Algarve, con le caratteristiche casette bianche e il labirinto di strette viuzze. Proprio da Cabo de sao Vincente partirono gli impavidi navigatori portoghesi alla scoperta di nuovi mondi. Un luogo davvero pittoresco da non perdere.

Al di là del Cabo de São Vicente e della Punta de Sagres, dove si erge maestosa la fortezza che sorveglia la cosiddetta “Fim do Mundo” (Fine del Mondo), il paesaggio all'improvviso muta: infinite e ripide scogliere, con i pescatori che gettano le lenze, il costante sottofondo delle onde che si infrangono violente sugli scogli, con la spuma che sale fino al margine della scogliera; ma anche spiagge sterminate, frequentate dai surfers che si allenano instancabili tutto l'anno. E poi, minuscoli paesini come quello di Arrifana, a circa 8 chilometri a sud ovest di Aljezur, sulla Costa Vicentina.

Lagos è una delle cittadine storiche più interessanti della regione, principale porto di partenza per l'Africa, le Indie e il Brasile al tempo delle grandi navigazioni portoghesi. Passeggiamo fra le bianche casupole coi giardini pieni di aranceti a ricordare i tempi della dominazione araba; incontriamo la Igreja de Santo António con le statue in legno dorato di stile barocco; visitiamo gli spalti del Forte da Ponta da Bandeira, eretto a custodia del porto.

Lagos, Portugal

L'Algarve riesce davvero a trasmettere due diverse dimensioni del vivere: l'una raccolta, intima e rassicurante; l'altra avventurosa, oceanica e selvaggia, da Fim do Mundo.


 


24/07/2013 09:00:00
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus