Wellington: viaggio dall'altra parte del mondo

Di Laura Tirloni - Wellington, splendida capitale della Nuova Zelanda, è una città moderna ma rilassata, circondata da paesaggi da cartolina e caratteristici porti, oltre ad essere un vivace centro culturale. La città si sviluppa a partire dall'area portuale, alle spalle della quale si dirama il quartiere degli affari, con gli edifici storici in stile vittoriano e quelli istituzionali più moderni. Ma anche gli uffici delle imprese e quelli del governo, quest'ultimi costituiti  da un'enorme struttura in legno, che oggi ospita la Law School Victoria University. Nella stessa zona si incontrano la cattedrale di St Paul, in stile neogotico coloniale, costruita interamente in legno, la cattedrale omonima più recente, risalente al 1998, in stile neoromanico e la sede dell'attuale Parlamento neozelandese.
Lungo la Lambton Quay si trovano numerose gallerie d'arte e centri commerciali per tutti i gusti.

La zona più centrale ospita caratteristici quartieri con edifici in tardo-vittoriano, estese aree verdi e giardini, come quelli botanici, in cui vivono numerose varietà di piante, tra cui diverse protette. All'interno del parco incontriamo anche l'osservatorio Carter, presso cui osservare la volta celeste.
Prendendo la funicolare e scendendo al capolinea è possibile ammirare una vista mozzafiato della città e del porto. L'area portuale è caratterizzata da numerosi musei, tra cui il
Te Papa Tongarewa, che illustra la storia dei maori, attraverso manufatti e oggetti tipici; teatri, tra cui il prestigioso Town Hall, belle piazze e il Queen's Wharf, costituito da un vivace complesso di bar, ristorantini e negozi.

Wellington

Presso la Civic Square è possibile fare un pieno di cultura, visitando le gallerie d'arte e le sale da concerto; mentre puntando verso Courtenay Place è consigliabile gettarsi nella mischia notturna della città, tra locali alla moda, discoteche e bar con musica live.

Wellington

Appena fuori da Wellington si apre tutto un mondo di paesaggi e natura, dopotutto siamo in Nuova Zelanda. Le spiagge di Porirua sono rinomate per i forti venti ricercati dagli amanti della vela e del windsurf. L’isola di Paraparaumu è una meravigliosa oasi naturale dove è possibile ammirare rari esemplari di avifauna. Anche le cittadine di Martinborogh, Featherston, e Masternon meritano sicuramente una visita, per la loro atmosfera agricola e rurale.

Dall'altro lato della baia di Wellington si trova l’Egmont National Park, con l'imponente vulcano Taranaki, la cui vetta, sempre coperta dalla neve, rappresenta una meta ideale per gli amanti delle escursioni e dello sci alpino. Una visita a Wellington costituisce di solito una tappa di un viaggio in Nuova Zelanda, terra di rara bellezza; selvaggia, bizzarra, con tratti in comune alla più mite campagna inglese. Visitare questi luoghi offre un'incredibile offerta paesaggistica tra montagne, ghiacciai, laghi, fiumi, geyser, foreste e spiagge da favola. Affittate una macchina e setacciate il paese in lungo e in largo, tornerete con un bagaglio pieno di ricordi. Per lo più indelebili.

 


07/09/2013 09:00:00
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus