Alla scoperta della 'Petite Carcassonne'

 

 

Di Laura Tirloni - Carcassonne è tra i centri più piccoli ma di maggior fascino di tutta la Francia, molto ricca di storia e di monumenti di interesse. Attraversata dal dal fiume Aude, si trova nella regione della Linguadoca-Rossiglione, è un centro tutt'ora fortificato con un patrimonio culturale immenso, che merita sicuramente una visita, di almeno qualche giorno. Una meta perfetta per un week-end all'insegna del romanticismo, perchè no?

Divisa in una parte moderna e una più storica e antica, vanta un'alta concentrazione di siti d'interesse tra cui la Basilica romanica di Saint Nazaire, datata 1096, bellissima nei suoi vetri colorati e negli intarsi sparsi in ogni navata. Spostandosi verso Pech Mary, si incontrano le 'Aquile di Carcassonne', un'area protetta ricca di numerose specie di uccelli addestrati al volo libero secondo le tecniche medievali e provenienti da tutto il mondo.

Di interesse anche i bastioni di Saint Martin, con il bel giardino circostante, Montmorency e la GrandeTorre, presso la quale gli abitanti si rifornivano d'acqua verso la fine del ‘500. Di una certa importanza anche il complesso sacro della Chiesa di San Vincenzo con il vicino campanile, che con la sua insolita altezza domina l'intera cittadina e regala una splendida panoramica. Da non perdere anche il Chateau Comtal, risalente al XII secolo, che comprende ben 14 torri poste nelle mura esterne e 24 all’interno, una splendida basilica e una pittoresca chiesetta. Un tempo usato come residenza dei visconti, attualmente offre un convento francescano illuminato da finestre gotiche, il Museé Lapidaire, il Cour d’honneur e ‘du Midi, la costruzione più alta di tutta la fortificazione.

 


09/05/2014 09:00:00
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus