La Reunion: un pezzetto di Francia immerso nell'Oceano Indiano

 

Di Laura Tirloni - Immersa nell'Oceano Indiano, a 800 chilometri est del Madagascar, La Réunion rappresenta un perfetto connubio tra bellezze naturali tropicali e ottima facilità di accesso di un territorio europeo.
Un'isola montuosa che con il
Piton des Neiges raggiunge i 3069 metri di altitudine e grazie al Piton de la Fournaise, vulcano ancora attivo, talvolta offre degli spettacoli unici al mondo senza alcun pericolo per il turista.

L’economia dell'isola è basata sull’esportazione del caffè e della canna da zucchero, di qualità superiore, che, insieme al turismo, garantisce una buona fonte di sostentamento per l’economia del Paese. Estesa su una superficie di 2500 chilometri, presenta un'infinita varietà di paesaggi naturali che vanno dalle foreste, ai fiumi alle cascate delle tre principali aree verdi naturali (dichiarate Patrimonio UNESCO) di Mafate, Salazie e di Cilaos, con il suo splendido villaggio arroccato sulla montagna. Dagli atolli di Saint-Leu, Saint-Gilles, Saint-Pierre e i 30 chilometri di spiagge dorate, agli splendidi giardini fioriti tropicali e alle capanne creole.

Durante un soggiorno da non perdere sicuramente un passaggio nel paesaggio lunare di Plaine des Saibles, una visita al Cirque de Cilaos a 1200 metri di altitudine e al mercato di Saint-Paul, per gustare con gli occhi e il palato i prodotti tipici locali. E poi, dove possibile, visitare i villaggi creoli alla scoperta della cultura e delle tradizioni delle popolazioni autoctone; assistere alle tipiche danze dell'isola come la maloya. Ma anche immergersi alla scoperta dei coralli e tra Giugno e Settembre assistere allo spettacolo unico delle balene migratorie.

Infine, perché non godere di una panoramica completa dell'isola sorvolandola in elicottero?

 

 


10/05/2014 09:00:00
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus