Alentejo - tra i luoghi piu' spettacolari del Portogallo

 

Di Laura Tirloni - Alentejo, la splendida penisola portoghese a un'ora di distanza da Lisbona; Una California atlantica che fa tendenza, tutta spiagge bianche, dune , foreste di pini, risaie e riserve naturali che ne fanno uno tra gli ultimi paradisi vergini d’Europa. Una penisola che ormai ha superato il ben più noto Algarve, preso d'assalto dal turismo di massa. Inserita dal Guardian fra le migliori spiagge europee del 2013, un anno dopo il National Geographic Traveler l'ha annoverata tra le 21 migliori località del Mondo. Un bel traguardo per questa oasi di pace, dove si trascorre il tempo a cavallo, in bicicletta o gustando dell'ottimo pesce in qualche caratteristico ristorantino e si vive nel pieno rispetto della natura. Divieto quasi assoluto di edificare in gran parte della penisola infatti, grazie alle leggi ferree in tema di ecologia.
Da non perdere sicuramente una visita alla località di Comporta, tra le più spettacolari dell'intero Portogallo e ad Alcácer do Sal, un piccolo borgo disteso lungo il fiume, con la sua pittoresca chiesetta di azulejos e gli immancabili nidi di cicogne. Bello il villaggio di pescatori di Carrasqueira, con le case a palafitta sul fiume Sado.

Puntando a Sud lungo distese infinite di spiagge, si raggiunge la parte più rurale dell'Alentejo, tra campi di sughereti, di cui è il maggior produttore al Mondo. Qui si possono esplorare le verdeggianti colline, a piedi o a cavallo; inoltrarsi tra i vigneti e raggiungere i piccoli borghi disseminati nella zona. Lungo il mare, un susseguirsi di spiagge bianche e calette tra le falesie, come Praia da Samoqueira, in perfetto tropical style e Almograve, tra le più apprezzate per il surf e il bodyboard. A Capo Sardão, luogo incontaminato, si possono ammirare le cicogne nidificare sugli scogli. Da non perdere anche il borgo di Porto Côvo, con le sue tortuose viuzze e la bella piazza con le case in calce.

A sud di Sines, ci si può concedere un'immersione nella natura del Parque Natural do Sudoeste Alentejano e Costa Vicentina, con i sentieri per ciclisti e pedoni. La 'Via Storica' percorre i villaggi e le città principali; il 'Sentiero dei pescatori' raggiunge invece le più belle calette e spiagge.

 


30/05/2014 09:00:00
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus