Akko - La citta' crociata sulle coste d'Israele

 

Di Laura Tirloni - Akko è una cittadina marittima che merita sicuramente una visita in un'esperienza di viaggio in Israele. Inoltrarsi per le sue vie significa immergersi in un'atmosfera medievale, grazie alle rovine crociate che si fondono con le tracce della dominazione turco ottomana. Persino Napoleone cercò di conquistarla, ma dopo due mesi di assedio dovette desistere.

In questi luoghi, le onde del Mediterraneo vanno ad infrangersi impetuose contro le antiche mura in arenaria della città, sopravvissute alla loro storia secolare. Una città che rappresenta perfettamente il punto d’incontro tra est e ovest e l'immenso numero di siti di interesse storico, i luoghi di culto, oltre alla ricchezza degli eventi culturali ne rendono la visita un'esperienza entusiasmante. Non a caso l'UNESCO ha dichiarato la città Patrimonio dell'Umanità.

Tra i suoi vicoli contornati dalle alte mura e i misteriosi passaggi sotterranei, si incontra l'enorme moschea della città, un monastero cristiano e il tunnel sotterrano lungo 350 metri costruito dai Cavalieri Templari intorno al 1300. E poi i musei, i locali, gli hotel e ristorantini, oltre al vivace mercato a all'invitante spiaggia, con il bel lungomare e il pittoresco porto di pescatori.

Nei pressi del porto è possibile deliziare il palato seduti ai tavoli dei ristoranti che servono il meglio della pesca notturna.

Mentre non lontano dalla città ecco fare capolino lo splendido giardino Bahai, dove è piacevole concedersi momenti di relax ammirando le siepi e le aiuole disegnate con meticolosa precisione.

Visitare Akko significa immergersi in un'atmosfera antica, fare un viaggio nel passato, incontrare una cultura secolare, in un'indimenticabile cornice marittima.

 

 


08/07/2014
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus