Bruges, la citta' che incanta

 

 

Di Laura Tirloni - Ma quanto è affascinante Bruges, con la sua atmosfera romantica e i suoi innumerevoli tesori a cielo aperto! Non a caso e' soprannominata la “Venezia del Nord”, con le sue casette antiche e gli splendidi palazzi fiamminghi che costeggiano gli innumerevoli canali, solcati dai graziosi ponticelli in pietra. Nel 2000, poi, è stata riconosciuta Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

La scoperta della città può partire dalla piazza del mercato, Markt, con le tipiche case di mattoncini rossi e la torre di Belfort, vero simbolo di Bruges. Nella sua parte alta, su cui è possibile salire, è collocato un carillon costituito da 47 campane. Poco distante, incontriamo il Palazzo del Tribunale Provinciale, mentre spostandoci verso la vicina piazza Burg, troviamo lo Stadhuis, lo splendido palazzo del municipio in stile gotico.

Bella anche la cattedrale gotica del Santissimo Salvatore, le Halles e la Basilica del Sacro Sangue, assolutamente da non perdere. E' composta da due cappelle, una in stile gotico e l'altra in stile romanico; nella prima è custodito il reliquiario con il sangue di Cristo. Tutta da ammirare, con le sculture in legno, gli splendidi dipinti della scuola di Van Dyck, l'altare in marmo e il particolare pulpito, a forma di globo terracqueo.

Una visita la merita sicuramente anche il Begijnhof, con il complesso di cortili sui quali si affacciano le case delle beghine, ossia la confraternita di donne religiose dedite ad attività caritative ed artigianali, come il ricamo ad esempio, presenti nei Paesi Bassi sin dal XIII secolo. Oggi il Begijnhof è adibito a monastero di monache benedettine.

Poco distante troviamo il Minnewater, il famoso e romanticissimo "lago d'amore", davanti al quale qualsiasi coppia in visita alla città ama immortalarsi.

Sul piano artistico, Bruges ospita alcune delle più importanti collezioni d'arte del Paese. Al Groeninge Museum si possono ammirare grandi opere fiamminghe tra cui i capolavori della "Madonna del canonico van der Paele" di van Eyck e il "Giudizio Finale" di Bosch.

Una vera ciliegina sulla torta per questa città-gioiello che incanta.


 


03/09/2014
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus