Viaggio a Tangeri - La citta' piu' affascinante del Marocco

Di laura Tirloni - Ci sono moltissime cose da vedere a Tangeri, la città marocchina nata come ponte di comunicazione tra Europa e Africa emana fascino a ogni angolo oltre ad essere fonte di inesauribile ispirazione per numerosi registi e scrittori, a partire dal grande Paul Bowles, il cui romanzo è stato trasposto nella versione cinematografica de “Il tè nel deserto", di Bertolucci, in parte girata nell'Hotel Intercontinental e in parte all'interno della Medina. Tangeri è oggi una città decisamente brulicante e caotica, che da tempo ha superato il milione di abitanti. Situata in corrispondenza dello stretto di Gibilterra, ha saputo nel tempo conservare parte del suo temperamento cosmopolita.

Da non perdere ovviamente, una visita alla splendida Medina, con il labirinto di strette stradine che si intersecano sulla collina che sovrasta il porto. La parte fortificata (Kasba) del 1600, ne occupa l'angolo nord-occidentale. Al suo interno, il palazzo Dar el-Makhzen, antica residenza dei sultani e dei governatori europei durante l'epoca coloniale.

Oggi il palazzo è adibito a museo, ricco di splendidi mosaici e statue di bronzo riportate alla luce da siti archeologici Romani. Ma anche opere d’arte uniche, tra cui Corani miniati, gioielli, ceramiche, pregiati tessuti, legno, metalli intarsiati e tappeti berberi. Vi si accede percorrendo la via della Kasba, lungo le mura occidentali in cui è racchiusa la Medina.

Il Museo della Legazione Americana espone stupendi esempi di arte a partire dal XVII secolo fino ad oggi, ed è dotato di una vetrata che offre una vista panoramica a 360 gradi sulla città sottostante.

Il Garn Socco è un mercato al coperto ricco di spezie e in cui acquistare tipici prodotti dell’artigianato marocchino e molto altro ancora. Poco distanti, i Giardini della Mendoubia, antica proprietà del Mandoub, ex governatore di Tangeri.

A poca distanza, l’ex consolato britannico, sede del Museo di Arte Contemporanea, dove ammirare interessanti opere di artisti marocchini, tra cui l'unica donna, Fatima Hassani.

Al centro della Ville Nouvelle (città nuova) di Tangeri si trova Place de France e il viale Pasteur, con i numerosi bar, locali e ristoranti; meta ideale per gli amanti dello shopping e del divertimento.

A 14 chilometri fuori della città, verso ovest, si può ammirare l'area di Cap Spartel, dove si trovano le Grotte di Ercole, un luogo di rara bellezza e di notevole importanza storica e archeologica.

Anche le spiagge di Tangeri rappresentano un'altra grande attrazione turistica, in particolare quelle di Moulay Bousselham, Asilah e Larache.


 

 


14/10/2014
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus