Chefchaouen - La citta' marocchina dai muri azzurri

 

 

Di Laura Tirloni - Chefchaouen, è una piccola città situata nella parte settentrionale del Marocco, circondata da una splendida natura, con un passato importante e un'architettura di particolare interesse, frutto della perfetta fusione tra stile spagnolo e moresco.

 

Ma il vero motivo per cui questa piccola cittadina è più famosa in realtà risiede nella sua particolare caratteristica: le pittoresche pareti blu di molti dei suoi edifici e case, che si trovano raccolti nella parte vecchia, la medina.

Un labirinto di strette stradine e tortuosi cunicoli, contornati dalle tipiche pareti di un azzurro brillante, che pare siano state introdotte da profughi ebrei intorno al 1930. Il blu era infatti considerato il simbolo del cielo e del paradiso.

 

Il colore ha poi preso piede e si è esteso, diventando via via la caratteristica distintiva di questa piccola cittadina, così diversa da quelle limitrofe.

Ora sono in molti che credono che le pareti blu servano anche a respingere le zanzare.

 

Qualunque sia la vera ragione, queste mura uniche attirano numerosi visitatori da ogni parte del mondo, che possono inoltrarsi tra le strette stradine dai muri azzurri assaporando il respiro della storia.


19/11/2014
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus