E' nel Salento il primo albergo dedicato alle persone non vedenti

 

 

Di Laura Tirloni - Si tratta di un progetto unico nella storia del turismo nostrano, una realtà inedita nel panorama italico, curata dal giovane designer Michele Bidetti.

Parliamo dell'hotel Eos, si trova a Lecce e ambisce ad avere una ricettività inclusiva: è infatti il primo albergo pensato per essere fruibile anche alle persone non vedenti, grazie alla presenza di speciali tabelle visivo-tattili e molto di più.

E' un progetto che ha saputo superare ostacoli e barriere comunicative: l'hotel è infatti dotato di spazi comuni e camere specificamente attrezzate con materiale informativo, per aiutare le persone non vedenti ad orientarsi più facilmente nell’ambiente circostante. Tutte le informazioni necessarie che riguardano l'albergo sono visivo-tattili: dai menu, alle mappe, fino alle brochure relative ai servizi e alle offerte presenti nella struttura. Tutto ciò a favore della maggior autonomia possibile di movimento.

E non è finita qui. Sulla terrazza dell’albergo è possibile usufruire di una descrizione sensoriale dell'orizzonte circostante, sotto forma di racconto, che descrive alcuni degli scorci più affascinanti della città storica sottostante, godibili da quel punto.

Nella hall, è invece a disposizione la mappa sensoriale di Lecce, con le informazioni utili per visitare la città, i punti di interesse e i percorsi per raggiungerli.

Il personale dell’Hotel, dal canto suo, è formato per assistere in modo personalizzato gli ospiti con disabilità visiva e soddisfare le loro necessità al meglio.

L'hotel Eos rappresenta dunque una realtà innovativa nel panorama turistico del Salento ed italiano, una soluzione adatta a singoli, coppie, famiglie, ma anche a gruppi e associazioni, con un occhio sempre attento al rispetto dei diritti universalmente riconosciuti, in primis quello di muoversi autonomamente.


Speriamo che questa iniziativa rappresenti una spinta allo sviluppo del senso comune, di una cultura della disabilità e di iniziative nel mondo della progettazione che siano sempre più inclusive, e per tutti.

 

Perché una vacanza con barriere non è una vacanza per tutti. E l'hotel salentino sembra saperlo bene.



10/12/2014
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus