Tour a caccia dei Carnevali piu' belli d'Italia

 

 

 

Di Laura Tirloni - Quello di Venezia è sicuramente il più famoso ma, non certo l'unico. Stiamo parlando di Carnevale, la festa più colorata dell'anno, che sa divertire grandi e piccini. Oltre a quello meneghino, conosciuto in tutto il mondo, un altro famoso carnevale è quello piemontese di Ivrea, noto per la suggestiva Battaglia delle arance. Il carnevale, infatti, rievoca la guerra civile tra il popolo e le truppe reali, esplosa a seguito dell'uccisione del tiranno Raineri di Biandrate, da parte della Mugnaia. La battaglia vede alle prese aranceri a piedi (il popolo) che difendono le loro piazze dagli aranceri su carri (l'esercito) a colpi di arance (che rappresentano le frecce). Ma nei tre giorni di carnevale si possono ammirare anche sfilate di carri, gruppi folcloristici e bande musicali che provengono da altre parti d'Italia e d'Europa.

In Toscana si festeggia invece il Carnevale di Viareggio, tra i più apprezzati al mondo, la sua caratteristica principale risiede nei grandi e coloratissimi carri che sfilano lungo la passeggiata a mare e sui quali troneggiano grandi caricature in cartapesta dei personaggi politici, della cultura e dello spettacolo.

Nella città marchigiana di Fano, si festeggia un'antichissima festa che vede il lancio di dolciumi sulla folla dai carri allegorici, il tipico “vulon” maschera caricaturale dei personaggi in vista della città e la musica Arabita, banda musicale che utilizza strumenti originali come barattoli di latta, caffettiere e brocche.

Spostandoci a Sud, è senza dubbio la Puglia che detiene il primato del maggior numero di manifestazioni carnevalesche: da Gallipoli a Massafra, da Dauno a Manfredonia, senza tralasciare il Carnevale Terranovese a Poggio Imperiale.

Degno di nota anche il Carnevale di Putignano, che inizia il 26 dicembre e finisce il martedì grasso. Qui, oltre alle numerose manifestazioni, agli allegri cortei in maschera e ai simpatici carri di cartapesta, si può assistere anche alla Festa delle Propaggini, in cui per diverse ore poeti dialettali salgono sul palco della piazza principale per recitare versi satirici in rima.

Anche la Sicilia non è da meno con il suo Carnevale di Acireale, in provincia di Catania, famoso per le sfilate di carri allegorici e per i maestosi carri di fiori.

Da non dimenticare anche il Carnevale di Sciacca, famoso per le sue splendide realizzazioni in cartapesta dei maestri ceramisti locali, vede sfilate di carri allegorici che percorrono l'antico centro della città, seguiti da gruppi mascherati che danno vita ad allegre coreografie realizzate sulle note di musiche a tema. Ad ogni edizione, il carnevale si conclude con un rogo nel quale il re Peppe Nappa e il suo carro vengono bruciati.

 


12/02/2015 09:00:00
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus