Budapest in un week end, tra cultura e relax

 

 

Di Laura Tirloni

 

 

Anche conosciuta come la “Parigi dell’est” Budapest è una città elegante, dal grande fascino, ideale per un week end all'insegna del relax e della cultura, e senza spendere una fortuna.

Se avete poco tempo e volete visitare il più possibile di ciò che la città vi offre, ecco come scoprire Budapest in 48 ore, tra percorsi culturali, relax e prelibatezze della cucina locale.

Gli itinerari consigliati toccano le due parti della capitale, entrambe da non perdere: Buda e il quartiere della Fortezza, e Pest, l'area del Parlamento. E poi Andrássy, l'elegante viale realizzato alla fine dell’Ottocento, con i magnifici palazzi e le ville d’epoca, fino a raggiungere Városliget (il Parco civico) e Hosök tere (la Piazza degli Eroi).

Per gli appassionati d'arte, interessante una visita alla Galleria Nazionale d'arte
(Szent György tér 2) e al Museo Storico, ospitato nello splendido Castello Reale (Királyi Palota), che illustra le vicende storiche e le correnti artistiche della città. Da non perdere anche il Museo delle Belle Arti (Dózsa György), con le opere dei grandi Goya, Renoir, Van Gogh e Leonardo e il Museo Etnografico (Kossuth Laos ter 12), per approfondire le tradizioni della cultura ungherese.



Per chi vuole concedersi qualche ora in pieno relax, da non perdere una visita agli storici bagni termali. L’edificio liberty che ospita le Terme Gellért (Kelenhegyi 4),a due passi dalle rive del Danubio, offre momenti di relax (ma meglio arrivare nelle prime ore del mattino per evitare l'affollamento!), immersi nelle “acque miracolose”, circondati da colonne, statue, vetrate dipinte e mosaici con le tipiche ceramiche ungheresi. Il tutto a soli 15 euro. Per chi volesse optare per un edificio in stile neo-barocco, l’alternativa sono le immense Terme Széchenyi (Állatkerti körút 11), a pochi minuti di metropolitana dalla piazza centrale di V ö r ö smarty, dove è possibile scegliere tra le quindici piscine, aperte dalle 6 del mattino alle 22.


Passando alle delizie del palato, Budapest offre una vastissima varietà di dolci tentazioni, servite nei bar e nei caffè del centro storico. Da provare sicuramente, la Dobostorta, sette strati di pan di spagna e piacere puro, ricoperti di cioccolato, così come la più nota zuppa di goulash.


Gli amanti dello shopping faranno bene a puntare verso Váci Utca, l'ampia strada pedonale dove trovare negozi per tutti i gusti: da quelli di souvenir, alle boutique alla moda, fino all'imperdibile Mercato Coperto, dove trovare prodotti artigianali e i più svariati oggetti vintage.

 

Viaggiate con bambini? La città pensa anche a loro, proponendo diversi intrattenimenti dedicati ai più piccoli, come lo Zoo di Budapest, tra i più antichi del mondo. E' stato infatti inaugurato nel lontano 1866. Da non perdere anche la Casa degli Elefanti e la Nursery, dove i piccoli ospiti possono coccolare i cuccioli tra le loro braccia (Állatkerti krt. 6). Vi ringrazieranno.


17/08/2015
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus