Il Faro di Fanad - Alla scoperta del Donegal

 

 

 

Di Laura Tirloni

 

 

Viaggiando attraverso la penisola di Fanad Head e puntando verso la parte più a nord, sembrerà quasi di lasciarsi alle spalle la civiltà per entrare in un mondo antico e fatato.

 

Non è difficile riconoscere la principale attrazione di questa terra: il faro di Fanad Head, nato circa 200 anni fa, dopo che la fregata Saldanha cercò riparo per resistere al terribile vento e alla forza delle onde, ma fallì nel suo intento e affondò al largo della costa settentrionale.


 

Poco tempo dopo, fu costruito il faro di Fanad Head, per orientare e ospitare i marinai sfiniti nei loro viaggi. Ed è lì ancora oggi, in tutto il suo fascino, arroccato su una formazione rocciosa, con la sua luce puntata verso il mare.


 

Ma la Penisola offre molto di più, come le scogliere che si sgretolano, le onde impetuose, gli ampi paesaggi marini e gli spettacolari paesaggi che prendono forma dal continuo scontro con l'Oceano Atlantico.


 

Come il Great Arch, lungo la Wild Atlantic Way, un luogo speciale dove ammirare le foche grigie e balene.


 

Proseguendo la costa si incontra la Ballymastocker Bay, vicino Portsalon, eletta “seconda spiaggia più bella del mondo" dall'Observer. Questa spiaggia, Bandiera Blu, conquista anche i viaggiatori più esigenti.


 

E per gli appassioati di golf? C'è il Portsalon Golf Club, dove cimentarsi circondati da paesaggi unici. E dopo lo sport perché non rifocillarsi con una bella scodella di cozze al vapore?


 


06/11/2015 09:00:00
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus