Isole Faroe - Immersi nella spettacolarita' del profondo Nord

 

 

Di Laura Tirloni

 

 

Nascoste e lontane da tutto: sono le isole danesi di Fær Øer, (o Faroe), 18 splendidi gioielli posti nel nord dell'Oceano Atlantico, tra Scozia, Norvegia e Islanda, un paradiso incontaminato tra le fredde acque dei mari del Nord.

 

Con un volo diretto dall'Italia, è possibile raggiungerle in sole 4 ore, per ritrovarsi immersi in un tripudio di colori e sensazioni, in un'atmosfera magica, meta ideale per gli appassionati di ecoturismo.

 


La pista di atterraggio si trova direttamente su un fiordo, il che fa intuire già da subito che che ci si trova in un luogo speciale e unico.

 


Le Fær Øer sono un microcosmo naturale, isole selvagge, con scogliere a picco sul mare e oltre 300 specie di uccelli, quali le pulcinelle di mare e le procellarie.

Attraversare in lungo e in largo questo paradiso terrestre è piuttosto agevole, anche se il clima non è dei più clementi: strade, ponti e tunnel sott'acqua permettono ai visitatori di spostarsi facilmente in ogni area, sia in auto, che in bus o in traghetto.

 

 

Bello passeggiare tra villaggi, vecchi sentieri, percorsi di montagna, ammirare le casette con i tetti ricoperti di muschio, salire sulle alte scogliere di Djupini, nella zona di Akraberg, con il famoso faro sulla punta più meridionale, ammirare l'isola di Stóra Dímun, fino ad arrivare a Tórshavn, la più piccola capitale del mondo.



Una volta giunti in città, si è accolti dalla calorosa accoglienza dei Faroesi e si può passare un po' di tempo tra negozietti di design locale, o visitare il Museo Listaskalin che ospita ricche mostre permanenti di dipinti e arte faroese contemporenea.

 

Da non perdere anche la Casa del Nord, il centro culturale dedicato alla Scandinavia, con concerti, spettacoli e mostre temporanee di pittura.

 

Tornerete portandovi nel cuore la spettacolarità di una natura prepotente che non si fa dimenticare facilmente.

 

 


06/07/2016
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus