Hobbiton - Un giorno da Hobbits per un viaggio da favola

 

 

 

Di Laura Tirloni

 

 

Un vero colpo di fortuna. E' quello che ha avuto un agricoltore di Matamata, uno sperduto paesino capace di catapultarti in una dimensione fiabesca e onirica.

 

Siamo nell’Isola del Nord della Nuova Zelanda, nella cittadina di Matamata, nel Distretto di Matamata-Piako, a ridosso della catena montuosa di Kaimai Range. Una terra conosciuta per la produzione agricola, l'allevamento di pecore e per i suoi cavalli di razza.


Ma soprattutto perché è proprio lì che si trova Hobbiton, ossia il set di uno dei film più importanti della storia del cinema: “Il Signore degli Anelli” e lo “Hobbit”, pellicole che hanno appassionato grandi e piccini.


 

Un luogo a dir poco magico, affascinante, che incanta, e che si può visitare con un tour organizzato di quasi due ore.

 


 

Ma cosa ci si può aspettare da questa visita?

 

Innanzitutto a colpire il visitatore è la gran quantità di dettagli disseminati un po' ovunque: zucche che si intravvedono tra l’erba, panni stesi come se mamma hobbit dovesse arrivare a ritirarli da un momento all’altro, carriole piene di legna, pennelli, acquarelli e matite, bancarelle stracolme di pagnotte, torte e muffin; ceste di frutta, giocattoli, cappelli, cassette delle lettere.


 

E poi le casette: davvero incantevoli, così come le porte rotonde e coloratissime. Ma il polo d'attrazione rimane sempre la casa di Bilbo e Frodo, un vero gioiellino.

Altri punti da non mancare, soprattutto se siete arrivati fino a qui, sono: l'albero della festa di compleanno di Bilbo, il ponte a due archi, il mulino e la mitica taverna del Dragone Verde.

 

Qui, si può innanzitutto assaggiare la ginger beer, si possono gustare le meat-pie, ammirando le favolose decorazioni, e il caminetto acceso che fa subito casa.

 

E poi visite attraverso i Campi Kaimai, le verdi colline del set cinematografico, dove si possono coccolare e nutrire gli agnelli, rilassarsi sorseggiando una tazza di caffè oppure acquistare gadget nel divertente negozio Shire.

 

La costruzione del set, sede del film, è stata avviata nel marzo 1999 e le riprese sono iniziate nel dicembre dello stesso anno, e sono proseguite per tre mesi. Le riprese degli interni sono state invece girate a Wellington.

 

Un lavoro che ha portato ad un risultato unico, sempre in grado di regalare emozioni ai tanti visitatori che scelgono questa meta così singolare.

 

 

 


29/09/2016 09:00:00
Autore: Laura Tirloni

comments powered by Disqus