Zara, la meta perfetta tra mare, storia, modernita' e divertimento

I motivi che rendono Zara (Croazia) la meta ideale per una vacanza a 360?.

 

ZARA, LA META PERFETTA TRA MARE, STORIA, MODERNITA’ E DIVERTIMENTO

 

Sulla bellezza della Croazia c’è ormai poco da discutere: meta sempre più gettonata per il turismo estivo ma non solo, vede nella zona della Dalmazia la sua perla, pronta a farsi scoprire. Poche zone come questa, infatti, riescono a unire una straordinaria bellezza paesaggistica con una storia antica e affascinante, permettendo una vacanza a tutto tondo tra spiagge, isole e città d’arte.

Capoluogo storico della Dalmazia, superata per numero di abitanti da Spalato, è Zara. Se state pensando a un viaggio in questa zona, in questa città troverete tutte le caratteristiche che rendono la Croazia una delle mete più ambite per l’estate e non solo.

Zara marina

Zara viene chiamata “la barca di pietra”, proprio perché è una penisola urbana in mezzo al mar Adriatico. Il mare fa quindi da sfondo a ogni panorama cittadino, ma non solo: la città ha delle proprie spiagge, una delle quali, Drazica, bandiera blu. Da Zara inoltre potrete raggiungere le vicine isole Kornati, uno spettacolare arcipelago di minuscoli isolotti dichiarati globalmente Parco Nazionale. Suggestiva anche la vista del lato “lunare” di Pag, dove la bora spazza via la vegetazione e che si contrappone invece al lato rigoglioso a occidente.

Zara storica

Romani, bizantini, goti, veneziani: la storia di Zara è davvero complessa e variegata, e le molte dominazioni che si sono succedute donano alla città una ricchezza architettonica incomparabile. Gran parte delle bellezze sono racchiuse nel piccolo centro storico, un gioiellino, comodamente percorribile a piedi in cui potrete vedere la cattedrale di Sant’Anastasia, il Foro Romano, la Loggia rinascimentale, la Torre dell’Orologio e altri monumenti delle più svariate epoche.

Zara moderna

Non fatevi ingannare: la città non è ferma nel passato. Grazie all’architetto Nicola Basic, infatti, la città si è arricchita di due suggestive istallazioni in cui tecnologia e natura si armonizzano alla perfezione. Non parliamo di armonia a caso: una delle due opere d’arte è infatti il cosiddetto Organo del Mare. Se eravate abituati a sentire il mare nelle conchiglie, da oggi alle onde è stata data una nuova voce: sono queste, infatti, a produrre delle dolci melodie infrangendosi contro le canne dell’organo. Altrettanto suggestivo è il “Saluto al Sole”: no, non stiamo parlando di yoga, anche se certo lo spettacolo può ispirare la meditazione. Si tratta di un disco in vetro multistrato, che se di giorno assorbe energia solare, dal tramonto in poi la restituisce sotto forma di giochi di luce caleidoscopici, da togliere il fiato.

Zara mondana

La città saprà rispondere anche alle vostre esigenze di svago, con moltissime opzioni adatte a famiglie e gruppi di giovani, coppie e single. Dai ristorantini sul mare ai lounge-bar del centro storico, potrete mangiare pesce freschissimo o sorseggiare fantasiosi drink in tutta tranquillità, passeggiare lungo la Riva o invece scatenarvi nelle discoteche, presenti anche in centro città, dentro sale interne o bellissime terrazze affacciate sul mare.

 Zara e dintorni

La città può essere un ottimo punto di partenza per visitare gli incantevoli dintorni della Dalmazia. Ad esempio, con un traghetto da Zara potrete raggiungere in soli 20 minuti Preko e avventurarvi al Castello di San Michele, un eccezionale punto panoramico a 265 metri di altezza. Sempre nelle vicinanze potrete raggiungere l’isola di Pag  o le splendide isole Kornati (Incoronate), ma anche una delle principali bellezze della zona: il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice. Questo meraviglioso complesso di laghi vi trasporterà direttamente in un’altra dimensione: polle d’acqua immerse nel verde, su diversi livelli di altezza, collegate tra loro da ruscelli e cascate, a comporre un mosaico primitivo e incontaminato. Oltre che per l’incantevole disposizione, i 16 laghi di Plitvice sono famosi anche per i loro colori cangianti: vanno infatti dal blu al verde al grigio in base alla composizione di minerali e microrganismi presenti nell’acqua, che possono variare e assumere ulteriori sfumature a seconda dell’inclinazione della luce solare.


01/09/2017 09:00:00
Autore: Marta Tempra

comments powered by Disqus