TURISMO: REGIONE TOSCANA PUNTA SU ITINERARI EQUESTRI

CINQUE GLI ANELLI GIA' ATTREZZATI E ALTRI IN VIA DI
REALIZZAZIONE PER 5.000 KM

      Firenze, 19 gen. - (Adnkronos) - Sviluppare la viabilita' lenta,
puntare sulle infrastrutture leggere, sulle greenways, sul turismo
''emozionale'' nei suoi molteplici aspetti. Si colloca in questo
filone il progetto ''Ippovie Toscane'', sviluppato dalla Regione
Toscana nell'ambito del progetto interregionale sul Turismo equestre,
che abbina l'equitazione alla riscoperta del territorio regionale a
stretto contatto con l'ambiente naturale, proponendosi di migliorare e
promuovere l'offerta turistica in questo settore.

      Ad oggi sono cinque gli anelli attrezzati, certificati e
percorribili e altri sono in lavorazione per circa 5.000 chilometri di
percorsi. La loro presentazione e' stata al centro del forum
organizzato dalla Regione Toscana in collaborazione con l'Apt di
Firenze (capofila del progetto e' l'Apt di Chianciano Terme), con
l'obiettivo di individuare le strategie di sviluppo dei territori
rurali attraverso il turismo equestre, la formazione della rete delle
imprese e dei servizi, i pacchetti turistici, l'animazione nelle
ippovie, l'interazione con la Via Francigena e con i percorsi del
progetto ''A cavallo nei parchi'', oltre all'analisi di opportunita' e
criticita'.

      «Questo tipo di turismo - ha detto l'assessore Paolo Cocchi
aprendo stamani i lavori a Firenze nella Limonaia del Museo Stibbert -
in Toscana e' in forte espansione e offre sempre piu' possibilita' a
coloro che, professionisti o non, dedicano la maggior parte del loro
tempo libero al cavallo e alle attivita' che si possono fare insieme a
questo meraviglioso animale. Un turismo che da' l'opportunita' di
visitare luoghi non facilmente conoscibili e di essere praticato anche
da semplici appassionati senza alcun impatto di tipo ambientale ed
ecologico».

01/02/2010 09:00:00
Autore: Adnkronos

comments powered by Disqus