MEDICINA: NO ESPERTI A 'TURISMO DENTALE', TROPPI IMPIANTI DA RIFARE

Un viaggio all'estero per l'impianto di uno o piu' denti, nel tentativo di risparmiare? "La qualita' dell'odontoiatria italiana e' talmente alta che credo sia difficile trovare di meglio altrove. E' ovvio che i
costi piu' bassi possano rappresentare un'attrattiva per molti. Abbiamo tuttavia non pochi casi di persone che ritornano da queste esperienze con terapie molto scadenti, che vanno ripetute". A sottolineare i rischi che si corrono con scelte come questa e' stato Giuseppe Luongo, presidente della Societa' italiana di implantologia
osteointegrata (Sio) che oggi a Roma ha inaugurato il congresso internazionale.
"Quello dei costi - ha proseguito l'esperto - e' un problema cui va posta molta attenzione, perche' effettivamente nell'implantologia osteointegrata non sono alla portata di tutti. Noi operatori ci
aspettavamo che, con una maggiore diffusione di queste metodologie e la crescita della domanda, si registrasse un abbattimento dei costi, che invece non si e' verificato", ha ammesso.

      "Alcune volte i prezzi degli impianti proposti dalle aziende, se
sommati al costo della prestazione del professionista, possono
diventare molto elevati - ha riconosciuto - Va sottolineato che da un
punto di vista funzionale una riabilitazione effettuata con un
impianto ha comunque un risultato tre volte superiore rispetto a
soluzioni mobili come la dentiera, che sono nell'immediato meno
costose, ma richiedono poi interventi che nel lungo termine aumentano
i costi per i pazienti".

07/02/2010 09:00:00
Autore: Adnkronos

comments powered by Disqus