Istanbul:una citta indimenticabile


Istanbul è una città unica al mondo:il suo paesaggio incantevole di una metropoli che si dispiega in Europa ed Asia mediante il ponte che collega sul Bosforo l’Europa all’Asia, la ricchezza di chiese bizantine e di moschee, la policromia della città sono tutti elementi che rendono Istanbul peculiare e rappresentativa di un complesso di culture.
Ad Istanbul di moschee ce ne sono di qualsiasi dimensione e fattura e tutta la città, nelle ore di preghiera è pervasa dalla ripetuta invocazione del muezzin.
La più imponente e famosa moschea di Istanbul è la “Sultan Ahmet Camii”costruita tra il 1609 e il 1616 e, conosciuta con il nome di moschea Blu per la caratteristica delle maioliche d’azzurro intenso al suo interno.
La “Suleymaniye Camii” porta invece il nome del sultano Solimano, detto “il magnifico” e svetta imponente sul colle del centrale quartiere di Beyazit.
Il luogo di culto è circondato da un ampio piazzale, quasi interamente cinto da mura, nelle cui vicinanze si allineano vari edifici che erano d’aiuto alla comunità, come ospizi, ospedali e scuole.
Caratteristiche non sono soltanto le moschee, i musei ed il fascino  dell’Orient Express ma anche i suoi mercati che si snodano lungo la città.
Il grand bazar di Istanbul è uno dei più antichi e grandi mercati coperti del mondo, una vera e propria caverna dei tesori, come quella di Aladino. E’ fatto di stradine strapiene di chioschi dove sono in vendita tappeti, copriletto, stoffe, manifatture in pelle, abbigliamento, souvenir, narghilè, souvenir, ceramiche fatte a mano ecc.
Un altro mercato dove vale la pena andare è il mercato egiziano di Istanbul, che rappresenta il mercato delle spezie di Istanbul e il luogo migliore per acquistare tè, spezie, frutta secca, noci e semi, e lokum (il tipico dolce turco)
Un’altra cosa da fare è una gita in barca sul Bosforo. Durante la passeggiata avrete modo di ammirare interessanti palazzi, forti, tradizionali case ottomane in legno, nonché l’enorme Ponte sul Bosforo principale e il Ponte Fatih Sultan Mehmet, entrambi vie di collegamento tra i due continenti, a cavallo di questa maestosa città.

02/02/2011 09:00:00
Autore: Cesare Albanesi

comments powered by Disqus