Lerici, il Golfo dei Poeti e il fiume Magra

Sul confine tra Liguria e Toscana si apre il Golfo dei Poeti, non meno suggestivo del vicino comprensorio delle cinque terre. Amato e frequentato da famosi scrittori e poeti di ogni epoca, Petrarca, Lord Byron, Shelley, D.H. Lawrence, Montale e Mario Soldati, il golfo ha come località principale Lerici, dominata dalla maestosa mole del castello, che oggi ospita il museo di Paleontologia.

Realizzato nel 13° secolo ed ultimato duecento anni più tardi, il castello testimonia la valenza militare del porto di Lerici durate il periodo della Repubblica Genovese. Già intorno al 1100, Lerici si trasformò da piccolo borgo di pescatori in un importante punto di transito commerciale tra Roma e i paesi dell’Europa settentrionale, ma anche del lungo cammino per Santiago di Compostela.

Il mare di Lerici è uno tra i più puliti ed apprezzati, avendo ottenuto il pluriennale riconoscimento con la Bandiera Blu. Rinomata è la grande spiaggia libera di Venere Azzurra, dotata di numerosi servizi. Tra Punta Santa Teresa e Punta Galera è situata la spiaggia di Baia Blu, mentre protette da una bella scogliera di grande interesse ambientale si estendono le spiagge di Fiascherino. Seguono le spiagge di S.Terenzo, alcune delle quali private.

Tuttavia, Lerici non è soltanto sinonimo di mare, sia per la sua posizione a ridosso delle colline che per la vicinanza della foce del fiume Magra. Pittoreschi e panoramici sono i borghi adiacenti a Lerici e nell’immediato entroterra, raggiungibili in auto, a piedi, in mountain bike o in autobus : La Serra, Muggiano, Pugliola, San Terenzo, Senato, Ameglia e Tellaro. Quest’ultimo, annoverato tra i borghi più belli d’Italia, è raggiungibile da Lerici anche per mezzo di un sentiero tra ulivi e vegetazione mediterranea che offre la possibilità di ammirare in più punti il Golfo dei Poeti.

Suggestivo anche il panorama che dall’alto, ad esempio dal borgo storico di Ameglia, spazia sulla foce del  fiume Magra, immettendosi nel Mar Ligure. Intorno al fiume sorge il Parco Naturale Regionale Montemarcello-Magra, territorio protetto contraddistinto da laghetti, insenature e zone umide, dove nidificano i cormorani, i martin pescatore e gli aironi, luogo ideale per gli appassionati di bird-watching. Il parco è anche arricchito dall’orto botanico di Montemarcello e rappresenta un importante punto di riferimento per gli studi sull’ambiente fluviale in Italia.


09/04/2011 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus