Una vacanza nell'Old West

A meno di non essere diretti discendenti di Buffalo Bill, del Generale Custer, di Mano Gialla o di un bisonte (?), penso che se vogliamo fare un “salto” nel vecchio West ci convenga informarci un po’.

Dall’esordio del cinema, le pellicole sull’argomento si sprecano, alcune avrebbero potuto benissimo risparmiarcele… Quelle, invece, girate veramente sul luogo, aprono l’immaginazione e instillano il desiderio di andare veramente a godere di quei luoghi selvaggi e incontaminati.

Solitamente si associa il West al Canada, naturalmente oltre alla posizione geografica c’è un’altra ragione. Il Canada confina con le Montagne Rocciose uno dei più maestosi scenari naturali che la natura abbia mai prodotto, lì, enormi parchi e riserve naturali sono protetti quasi religiosamente, la natura ancora è imperatrice, flora e fauna allo stato naturale.

E’ pure vero che, se non vogliamo incontrare una mandria di bisonti a spasso, bisogna organizzarsi.

Affidiamoci dunque ai ranch del posto, essi conservano le forme originali con l’aggiunta di qualche piccola comodità (tipo acqua calda). Offrono ospitalità a prezzi competitivi e la cucina è proprio quella tipica del Far West.

Potrete trascorrere ore lunghissime in giro per le praterie, osservare cavalli selvaggi, cervi, cerbiatti, volatili che non avete mai nemmeno immaginato e se vi avvicinate abbastanza alle pendici delle montagne, potreste scorgere qualche puma, lince e persino capre delle nevi.

Organizzatevi bene, e, non tralasciate il parco Nazionale Banff che oltre a offrire paesaggi spettacolari conserva una sorgente che produce acqua calda.

Fra le montagne rocciose regna incontrastato il Maligne Lake, il più esteso dei laghi ghiacciati del luogo.

Chiedete di essere portati a vedere i canyon e le loro profondità, rilassatevi sulle rive dei piccoli laghi accessibili ai visitatori, fotografate, con la mente il cielo limpido e terso, non ne vedrete mai uno uguale, stesi su un prato, attendete con pazienza di veder volare in alto un’aquila seguendo l’evoluzione del suo percorso adeguato alle correnti ascensionali.

Insomma, se avete l’animo vagabondo e un po’ selvaggio, il West è un’esperienza da vivere e se per un caso fortuito incontraste un vero indiano, siate rispettosi, non cercate di avvicinarlo, sarà lui se vorrà, a farvi oggetto della sua benevolenza.

 


02/09/2012 09:00:00
Autore: Sara Papis

comments powered by Disqus