Le spiagge piu' belle del Cilento

CilentoIl Cilento, situato fra i golfi di Salerno e Policasto, in Campania, offre a chi volesse visitarlo chilometri di spiagge, calette, grotte e mare incantevole. Dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, dal 1991 la zona costiera e montana è stata inserita nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Vasta è la scelta delle spiagge, ma ve ne sono alcune che meritano più di altre di essere ricordate e collocate, senza paura di esagerare, fra le più belle d’Italia.
Prima fra tutte troviamo Agropoli, con la celebre Baia di Trentova. Insignita della bandiera blu, questa spiaggia dona un mare cristallino e deve il suo curioso nome ad una leggenda ambientata sullo scoglio poco distante, omonimo della baia. Qui si dice che siano state trovate, tempo addietro, trenta uova di gabbiano o di tartaruga.
CilentoPoco più a sud è situata Paestum, perla del turismo costiero campano, celebre in tutt’Italia e all’estero per i suoi affascinanti resti archeologici; in questo magico tuffo nel passato dovete però assolutamente trovare il tempo di visitare anche le spiagge, dotate di una incantevole sabbia finissima e della tipica macchia mediterranea.
<> Nel comune di Castellabate si trova uno dei luoghi più suggestivi della costiera: Punta Licosia, che deve il suo nome alla sirena Leukosia. Parco marino protetto, inserita dal 2005 fra le 11 più belle spiagge d'Italia, la zona è caratterizzata da piccole rive rocciose a ridosso di una pineta, dove la tranquillità abbonda e non è quasi mai affollato di bagnanti. Di fronte alla costa si trova l’isolotto che da il nome al borgo, su cui è collocato un faro di segnalazione per i naviganti.
Acciaroli - PanoramicaAd Acciaroli troverete una lunga spiaggia, dotata di stabilimenti balneari  ed insignita della bandiera blu; mare limpido ed incontaminato, il lido è un connubio di sabbia e rocce.
Il comune di Pollica è costellato da un susseguirsi di piccoli borghi medievali, che partendo dal monte Stella arrivano fino alle coste. La costa di Pioppi di Pollica offre affascinanti e selvaggi dirupi sulle acque, con attraenti spiaggette sassose ed una folta vegetazione.
Scendendo ancora ci imbattiamo nel comune di Ascea/Velia, con un importante sito archeologico patrimonio dell’UNESCO. La spiaggia è lunga circa 5 Km, con sabbia fine e stabilimenti che rendono questa zona, come altre, adatte al soggiorno della famiglia. Se poi ne avete la possibilità vale la pena vedere Baia d’Argento e Baia della Rondinella, raggiungibili solo via mare.
Infine, ma non per importanza, la zona di Palinuro, che deve il nome al nocchiero di Enea, si dice morto in queste acque. Caratteristiche sono le grotte marine, che decorano tutta la costa e donano un fascino unico al territorio: la più celebre è la Grotta Azzurra, un condotto di 20 metri dove il Sole genera giochi di luce unici. Da ammirare anche la Grotta dell’Ossa, ricca di reperti fossili, e l’Arco Naturale, simbolo di Palinuro: una grande roccia a cavallo tra due spiagge, modellata da mare e vento.

Vedi anche:
www.cilento.it

Cilento Cilento Sunset


01/11/2011 09:00:00
Autore: N.R.

comments powered by Disqus