L'isola di Limnos, tra vini fruttati e spiagge sabbiose

L’isola di Limnos fu, secondo la tradizione greca, dimora di Efesto il dio del Fuoco, scacciato dall’Olimpo. La sua origine legata al fuoco e, quindi, vulcanica, la si ritrova nei terreni fertili che producono vini delicatamente fruttati e un tipo di miele aromatizzato al timo.

Per la sua posizione strategica nel Mar Egeo, vicina allo stretto dei Dardanelli, Limnos fu utilizzata nella prima guerra mondiale come base navale dagli inglesi e, a testimonianza del suo vissuto bellico, restano sull’isola due cimiteri militari. Altre testimonianze storiche si ritrovano sull’isola, come il Santuario dei Cabiri e alcune aree archeologiche, i cui scavi furono effettuati da archeologi italiani negli anni ’30.

Limnos 02Si tratta dei resti di una delle più antiche città greche nel sito di Poliohni nei pressi di Myrina e l’area archeologica di Ifestia, più a nord. A Myrina sono presenti, inoltre, un museo archeologico e i resti della fortificazione veneziana, da dove si può ammirare lo stupendo panorama sulla baia di Kastron.

I veneziani non furono i soli dominatori, in quanto la vicinanza di Limnos allo stretto dei Dardanelli fece gola a molti nel corso della storia. Dapprima furono i persiani e poi i romani, i bizantini e i genovesi a dominarla. Per ultimi arrivarono i turchi, sotto i quali l’isola rimase per ben 441 anni, fino al 1920.

Limnos 01L’isola è provvista di spiagge sabbiose, le più belle dell’Egeo nord-orientale, che  si affacciano su acque limpidissime. Alcune si estendono intorno a Myrina, come  quella libera di Avlonas, con sabbia sottile, la più attrezzata spiaggia di Platy,  la lunga spiaggia di Romaikos Yialos dove è possibile noleggiare attrezzature per gli sport acquatici e l’adiacente Riha Nera con i fondali bassi, la più famosa dell’isola. Vicino all’abitato di Kaspakas si estende la spiaggia di Aghios Ioannis, protetta dalle rocce, mentre circondata dai pini è la spiaggia di Keros vicina a Kalliopi, sulla costa orientale di Limnos. Lungo la costa meridionale, la spiaggia di Gomati è rinomata per le ampie  dune di sabbia, le più grandi della Grecia. 

NB: La prima immagine in alto a sinistra contenuta in questa pagina web appartiene all'album di OrangeCamperVan: http://www.flickr.com/photos/misterplow/

 


19/05/2011 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus