L'architettura contemporanea di Meier a Roma

Roma non eccelle in campo artistico soltanto per le mirabili opere d’arte che abbracciano tutti i periodi da quello della Roma antica a quella paleocristiana, dalla medievale alla romanica fino al seicento barocco di cui Roma è una vera Capitale, Si distingue e anche, sia pure in misura minore, rispetto a città, come New York e Berlino, tanto per citarne soltanto due ,per l’arte contemporanea Un architetto di eccezione che ha lavorato a Roma è Richard Meier, americano, importante esponente del purismo formale del moderno ispirato moltissimo da “Le Coubusier” a tal punto da fargli dire Evidentemente, io non potevo creare i miei edifici senza conoscere ed amare i lavori di Le Corbusier. Le Corbusier ha esercitato una grande influenza sul mio modo di creare lo spazio. Ebbene a Roma egli ha progettato il nuovo complesso museale dell'Ara Pacis concepito per essere permeabile e trasparente nei confronti dell'ambiente urbano, senza compromettere la salvaguardia del monumento. Nel progetto di Meier dominano le trasparenze, il bianco, la luce in una struttura che si offre allo sguardo grande e autorevole come un monumento antico e allo stesso tempo 'aperta' come un'opera moderna.
Continua su:
http://curiosareconfantasia.blogspot.com/2011/06/larchitettura-contemporanea-di-meier.html


29/06/2011 09:00:00
Autore: Cesare Albanesi

comments powered by Disqus