L'Alpe di Siusi, una grande distesa di verde tra ripide rocce

Dominata dal Monte Sciliar con la caratteristica e grande cresta piatta che lo fa assomigliare ad una fortezza di roccia, l’Alpe di Siusi è una meta “sempre-verde” per le vacanze in Alto Adige. Infatti, sia in estate che in inverno può offrire molto in quanto a sentieri che si diramano per oltre 300 km tra numerose baite e pascoli estivi che in inverno diventano piste di fondo e percorsi per sciatori più o meno esperti.

L’armonioso paesaggio montano dell’Alpe di Siusi  si arricchisce di fascino e mistero se si conosce la sua antica storia fatta di leggende, streghe e riti magici. In particolare, sono state ritrovate testimonianze che dimostrano come il territorio sia stato luogo di culto e rituali pagani sul Monte Castello, che delimita il lato settentrionale dell’Alpe di Siusi.

Il vasto altopiano, il più esteso d’Europa destinato all’alpeggio, si estende ad una quota media di 2000 metri ed è incorniciato da suggestive montagne, come quelle contraddistinte dalla  caratteristica roccia dolomitica del Sasso Lungo e dello Sciliar oppure dal verdeggiante Monte Piz.

L’ora del tramonto è quella che conferisce al paesaggio roccioso che racchiude l’Alpe di Siusi il fascino maggiore, tinteggiando di rosa le rocce scolpite dal tempo, tanto da soprannominare il gruppo del Catinaccio, “giardino delle rose”.

Fienili trasformati in agriturismo, pensioni e alberghi collocati in zone incantevoli e tranquille permettono di trascorrere giornate completamente immerse nella natura tra sentieri, prati fioriti e percorsi adatti anche alle mountain bike.

A chi ama fare jogging non può mancare una capatina al Running  Park e scegliere tra i numerosi percorsi che si snodano per quasi 200 km immersi nello splendido paesaggio dell’Alpe di Siusi,  adatti ad ogni tipo di podista.

 


07/07/2011 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus