Bellagio, in cima al Triangolo lariano

Dove il Lago di Como si divide in due rami formando una zona di collegamento tra Como e Lecco, chiamata Triangolo lariano, sorge Bellagio. Situata proprio al centro delle due sponde, Bellagio domina un incantevole panorama che spazia dalla costa occidentale comasca, caratterizzata dalle belle ville storiche e la costa orientale che inizia a Lecco, con lo sfondo montuoso del Resegone e delle Grigne.

Famosa cittadina turistica sin dall’800, Bellagio iniziò ad essere apprezzata prima dai milanesi benestanti e dai nobili inglesi che la preferirono per l’ottimo clima e il romantico paesaggio, seguiti poi in epoca recente dai turisti americani.

Attraversa  la bella cittadina, dove in passato soggiornarono ospiti illustri come Liszt, Stendhal e Flaubert, Via Garibaldi da cui si snodano i piccoli vicoli caratterizzati da scalinate che scendono al lago.

Da Via Garibaldi inizia il piccolo promontorio verdeggiante che racchiude Villa Serbelloni, originaria del 15° secolo. Ristrutturata nel 18° secolo quando fu realizzato anche il grandioso parco, oggi aperto al pubblico, Villa Serbelloni è attualmente una residenza privata. La visita ai giardini è la meta di una piacevole passeggiata tra alberi secolari, piante esotiche e fiori, tra cui abbondano le rose.

Anche il grande parco di Villa Melzi, considerata una delle più belle residenze nobiliari del Lago di Como, è meta prediletta dei visitatori che si recano a Bellagio. Abbellito da elementi architettonici singolari, alcuni dei quali risalenti all’epoca etrusca ed egizia, il parco conserva al suo interno piante rare e, insieme all’adiacente Museo, sono le uniche aree aperte al pubblico. Fuori da Bellagio inizia la suggestiva costa degli oliveti in direzione di Lecco, con i vari borghi che si dedicano alla produzione di olio.

 


16/07/2011 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus