Fuerteventura, il fascino indomito del continente nero

FuerteventuraIsola dell'Arcipelago delle Canarie, la più vicina al continente africano, Fuerteventura è un piccolo fazzoletto di terra, dai colori caldi, bagnato dalle acque dell'Oceano Atlantico. Un'isola dalla straordinaria bellezza, una bellezza “originaria”, selvaggia che rappresenta, più di tante altre, l'anima indomita del continente nero.

Sarà per gli spettacolari tramonti o per la quiete “disumana”, sarà per i suoi scorci esotici o per le sue acque turchesi e cristalline, ma visitando Fuerteventura avrete l'impressione, attimo dopo attimo, di trovarvi in un lembo di Paradiso, fuori dal tempo e dallo “spazio”. Immergendovi nella “quotidianità” di Fuerteventura, toccherete con mano la semplicità e il fascino primitivo di una terra tutta da scoprire: non solo bellezze naturali, ma arte, cultura e tradizione vi “accompagneranno” in un viaggio unico, dalle emozioni forti.

 

La capitale dell'isola, Puerto del Rosario, si erge incontrastata e solitaria, fra la sabbia desertica, tratto distintivo delle zone interne. Minuscole chiese, torri, castelli e musei fanno da contorno a piccoli agglomerati di case basse e davvero caratteristiche. La vera attrazione dell'isola, tuttavia, è la presenza di spiagge lunghissime, bianche e dorate. Sono spiagge bagnate dalle alte onde dell'Oceano Atlantico e che, per tale motivo, sono apprezzatissime dai surfisti di tutto il mondo.

Abbandonando le spiagge incontaminate, potrete visitare, in numerose zone dell'isola, parchi naturali mozzafiato, caratterizzati dalla presenza di specie animali rare, da vulcani spenti e da sentieri “mistici”, sentieri capaci di regalarvi esperienze quasi “divine”: immergendovi nella natura del luogo avrete la possibilità di ritornare allo stato “originario”, di riscoprire il valore “crudo” dell'esistenza.

 


07/08/2011 09:00:00
Autore: Emanuele Ameruso

comments powered by Disqus