Nel rosso delle Isole Sanguinarie

Penisola delle SanginarieFormato da quattro isole, l’arcipelago delle Isole Sanguinarie si estende davanti al Golfo di Ajaccio in Corsica. La particolarità di queste isole selvagge è quella di tingersi di rosso al tramonto, lo spettacolo naturale che qui trova uno scenario tra i più belli d’Europa.

Diverse sono le ipotesi sull’origine di questo appellativo: la più verosimile è dovuta alla sfumatura rossastra che le rocce assumono al tramonto per la presenza di piccole piante fiorite che diventano di colore rosso vivo in autunno.

tramonto isole sanguinarie 2

In ogni caso, questo piccolo arcipelago nel sud della Corsica che comprende la Gran Sanguinaria, l’isola di Cala d’Alga, l’isola di Porri e quella dei Cormorani, rappresenta un’escursione da non perdere recandosi ad Ajaccio.

Le isole hanno conservato la loro natura selvaggia e l’aspetto di un grande baluardo roccioso a difesa del porto di Ajaccio. La flora e la fauna hanno potuto svilupparsi indisturbate grazie all’ambiente incontaminato, ospitando ad esempio la colonia più grande d’Europa di cormorani.

Sulla Gran Sanguinaria sono presenti i resti più significativi della permanenza umana sull’arcipelago, ormai disabitato: le rovine di un antico lazzaretto costruito nel 1806 per ospitare i pescatori di corallo di ritorno dall’Africa, il faro, la torre di Castelluccio del 16 ° secolo e un semaforo costruito nel 1865 che con la loro presenza contribuiscono ad accrescere il fascino misterioso e selvaggio di questo angolo della Corsica.

 


27/08/2011 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus