Dobrna, paradiso termale della Slovenia

Terme di DobrnaAnche se il turismo termale non conosce stagioni, prevale comunque la soddisfazione e il divertimento di immergersi in acque caldi e tra tiepidi vapori mentre all’esterno cade la neve o la stagione calda è ormai solo un ricordo. Chi cerca questo tipo di esperienza ha a disposizione svariate possibilità anche nel nostro paese, ma volendosi recare all’estero, un paese che può offrire una vacanza o un finesettimana fra saune e terme è la Slovenia. Qui, l’offerta è davvero ampia e i prezzi sono tra i più convenienti d’Europa.  

Una località in particolare, localizzata nella Bassa Stiria, concentra all’interno di un grande parco diversi alberghi e impianti termali che l’hanno resa celebre fin dal 18° secolo. Il piccolo centro, di circa 2.000 abitanti, è Dobrna, sorto attorno ad una sorgente termale, le cui acque sgorgano a una piacevole temperatura che varia da 35° a 37°.

Lo sapevano già gli antichi Romani, pur non disponendo di adeguate attrezzature per misurarne la temperatura, ma lasciando nelle loro testimonianze archeologiche la prova che utilizzavano le acque naturalmente disponibili della Slovenia, sfruttandone i benefici effetti.

A Dobrna, nello specifico, si sa per certo che già a partire dal 15° secolo venivano praticati trattamenti con  le acque termali, un’attività che fu riscoperta e valorizzata a partire dal 18° secolo, con la realizzazione dei primi impianti che presto diventarono la meta preferita di un pubblico nobile e ricco.

DSC07621

Le strade intorno a questo attrezzatissimo complesso sono sempre ben tenute, anche in occasione di nevicate e quando la stagione volge al peggio, considerando il costante afflusso di  turisti termali che arrivano a Dobrna per rilassarsi e rigenerarsi. Chi arriva a Dobrna sa di poter contare su innumerevoli servizi offerti in modo efficiente ed ospitale.

Tra le varie comodità di cui usufruire, a volte proprio a due passi dalla propria camera, sono ovviamente in primo piano le piscine coperte con acque termali, anche in versione ridotta per i più piccoli e le saune, seguite da  idromassaggi, massaggi terapeutici e trattamenti specifici di bellezza, come quello per i capelli. Al di là delle pareti in vetro si scorge il paese, il parco e si può ammirare il paesaggio delle montagne che, nella stagione fredda, si ammanta di bianco, mentre ci si trova piacevolmente immersi nel caldo delle acque termali.

 


29/10/2011 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus