Puerto Escondido e dintorni

Quando si dice Puerto Escondido si pensa subito al film di Gabriele Salvatores del 1992, ma naturalmente anche alla località messicana in cui si svolge gran parte del film. Affacciata sul Pacifico, Puerto Escondido è una nota destinazione balneare, dove effettivamente la presenza di italiani è piuttosto numerosa, forse proprio sull’onda della notorietà dovuta al film italiano e all’omonimo romanzo.

Sono davvero le onde, insieme alle spiagge, l’attrattiva maggiore di Puerto Escondido, molto apprezzate dagli appassionati di surf che qui si pratica diffusamente, in alcuni casi con estrema cautela, considerando la forza e le correnti che in alcuni tratti rendono pericoloso perfino nuotare. Puerto EscondidoLa spiaggia più grande e conosciuta è  Playa Zicatela, lunga 3 km, dove le onde alte favoriscono appunto il surf ospitandone anche le gare annuali. Poco più in là si estende Playa Marinero, più indicata al nuoto per via delle onde più basse e le acque più tranquille. La pesca, invece, contraddistingue la vicina Playa Principal, dove le barche dei pescatori attraccano di primo mattino e vendono il pesce appena pescato. Lunga solo mezzo km e di soffice sabbia grigia, è molto frequentata soprattutto dalle famiglie, oltre ad essere un punto da cui partono le barche che portano i turisti ad altre spiagge inaccessibili via terra.

Il litorale di Puerto Escondido alterna alle insenature e alle spiagge, tratti rocciosi, lungo i quali si possono fare delle piacevoli passeggiate approfittando di percorsi facilitati ricavati dalla roccia. Se invece si vuole trovare un posto meno frequentato di Puerto Escondido ci si può spostare un po’ più a sud ed arrivare al villaggio di Mazunte che si trova a  10 km da Puerto Angel, altra località preferita dalle famiglie messicane per trascorre i periodi di vacanza. 

 MazunteA Mazunte che ha  conservato il suo aspetto rurale,  sono fruibili alcune spiagge tranquille ed è presente il Centro Messicano della Tartaruga presso il quale è stato possibile proteggere dall’estinzione la tartaruga di mare, messa in pericolo per l’abbondante consumo della sua carne e delle uova.

Qui la vita procede semplicemente. Il mare, la spiaggia e il relax sono le uniche ed apprezzabili attività che il luogo offre, mancando la vita notturna e più modaiola di Puerto Escondido.

 


19/11/2011 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus