Fraueninsel in Baviera, tra giardini, shopping on-line e un antico presepio

Un’isola davvero particolare, la Fraueninsel sul lago Chiemsee. Come il nome stesso può anticipare, non si tratta di un’isola tropicale e nemmeno di una meta conosciuta ai più, trovandosi fuori dai soliti percorsi turistici. L“isola delle donne“ si trova, nello specifico, in Baviera, poco oltre al confine con l’Austria e non molto lontano da quello italiano. Il Chimsee è un piccolo lago circondato dalle montagne che in estate è punteggiato dal verde della vegetazione e nella stagione fredda si tinge di sfumature autunnali, con la nebbiolina che sale dalle acque tranquille.

Quello che rende davvero particolare Fraueninsel è il monastero, tutto al femminile, che vi sorge, un vero e proprio fiore all’occhiello nella storia spirituale e culturale della Germania meridionale, oltre ad essere una  delle abbazie tedesche più visitate. Fraueninsel

Sulla piccola isola si gira solo a piedi e l’atmosfera di pace e tranquillità che si respira è tangibile in ogni angolo. Antichissimo, essendo stato fondato nel 782 da un duca bavarese, ma allo stesso tempo di una modernità sorprendente.

La comunità di benedettine che vive e gestisce il dinamico complesso monastico organizza nell’arco dell’anno  numerosi meeting e corsi sui temi più svariati, da quelli prettamente spirituali allo yoga, alle tematiche aziendali e molto altro ancora. Si occupa, inoltre, di un magnifico giardino  con alberi da frutta ed erbe aromatiche, un moderno negozio che vende anche on-line ottimi liquori dalle svariate proprietà, pane allo zenzero, marzapane e altri articoli.

Bavarian impressions ~

Presso il monastero è presente anche una struttura ricettiva che ospita a prezzi ragionevoli chi vuole ritagliarsi una pausa di relax o di riflessione. Agli ospiti è permesso, inoltre, aiutare sia nei lavori in cucina che in giardino. Figura centrale del monastero di Frauenwört  è Irmengarda, pronipote di Carlo Magno che fu  la prima badessa  intorno all‘850 ad entrare nel monastero. Oltre alla chiesa, con i preziosi affreschi e al portale di epoca carolingia, il monastero conserva un’antichissimo presepio barocco, in parte visibile solo nel periodo natalizio e su prenotazione. Considerato un vero gioiello artistico, il presepio risale all’inizio del 17° secolo ed è stimato come il più antico della Germania meridionale, con figure che raggiungono gli 80 cm di altezza e personaggi riprodotti nei minimi dettagli, alcuni dei quali agghindati con lussuosi abiti.

 


30/11/2011 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus