Saint-Barth, raffinata ed attraente isola nelle Antille Francesi

Saint-Barths FWI

Resort esclusivo e meta preferita dagli americani benestanti oltre che dal pubblico che giunge dall’Europa, l’isola di Saint-Barth nelle Antille Francesi resta comunque la destinazione per una vacanza da sogno. Spiagge incantevoli di fronte ad un mare dalle incredibili sfumature turchesi, temperature piacevolmente tropicali, soprattutto quando da noi è inverno e la facilità con cui si può raggiungere in aereo possono di per sé motivare un viaggio verso questa parte dei tanto sognati Caraibi.  

A beach at Saint Barth

Per l’esattezza, sono 14 le spiagge notoriamente apprezzate della piccola isola montuosa di Saint-Barth, abbreviazione di Saint-Barthélemy, che appartiene ai territori d’oltremare della Francia. Iniziando da quelle più frequentate dalle famiglie, per le acque calme protette da insenature, come la spiaggia piccola e grande di Cul de Sac  a quelle preferite dai surfisti tra cui Toiny Beach, Lorient Beach, Anses des Cayes, costantemente ventilata e Flamands Beach. Quest’ultima risalta per la  sua grandezza, ma le acque del mare su cui si affaccia possono diventare piuttosto impetuose e rendere pericoloso nuotare.

SAINT-BARTHS:  ANSE ST JEAN BEACH AT SUNSET

Vi sono anche spiagge più solitarie e selvagge per chi ama la tranquillità, ad esempio Anse de Colombier, Marigot e Saline Beach, l’unica dove è consentita la tintarella integrale. Tutte le spiagge, comunque, sono di sabbia bianchissima, compresa  la popolare Shell Beach, raggiungibile a piedi e situata appena fuori dalla capitale Gustavia, oppure St. Jean nei cui pressi termina la pista dell’aeroporto e che in realtà è costituita da due spiagge separate da una formazione rocciosa su cui sorge un albergo.

IMG_4621

Gustavia, così chiamata in onore del re svedese Gustavo III durante il dominio della Svezia che assoggettò Saint-Barth tra il 1700 e il 1800 si affaccia su una grande insenatura dalle acque di un azzurro brillante. La baia è costellata da bianche imbarcazioni, circondata da case con tetti rossi e muri candidi in un insieme di colori un po’ atipico per una località caraibica, ma lo stesso gradevole ed attraente. Circondano Saint-Barth una serie di piccole isolette disabitate e, volendo spostarsi nelle altre isole delle Antille Francesi, c’è il vantaggio di poter usufruire di una buona rete di servizi che permettono di cambiare facilmente l’isola di destinazione.

 

 


07/12/2011 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus