Carezza: un lago incantato ai piedi delle Dolomiti

Lago di CarezzaSituato in Val d’Ega, a 1.534 m sul livello del mare, il lago di Carezza fa parte del comprensorio di Nova Levante, un piccolo paese di montagna di origine ladina a circa 25 km da Bolzano. Sulle sue acque limpide e cristalline si specchiano gli immensi boschi di abete del circondario e le vette maestose del massiccio del Latemar che dominano la valle, creando un’atmosfera da fiaba. Questo piccolo lago è meta ambita dei sommozzatori anche nel periodo invernale, soprattutto quando le sue acque si ghiacciano per gran parte della stagione e danno vita ad uno spettacolo subacqueo unico, al di sotto dello spesso strato di ghiaccio, fatto di colori e suggestioni meravigliose. Una delle leggende popolari racconta infatti che il lago era abitato dalla bellissima ninfa Ondina, pretesa dallo stregone del Latemar.
Dolomiti - Lago di Carezza, io l' ho visto cosi.Per tentare di conquistarla, lo stregone fece apparire l’arcobaleno sulle acque del lago per attirarla in superficie, ma la ninfa vedendolo in viso si spaventò e fuggì via. Lo stregone incollerito fece in mille pezzi l’arcobaleno e lo gettò in fondo al lago. E fu così che da allora quello specchio d’acqua prese il nome di Lago di Carezza, che in lingua ladina significa “lago dell’arcobaleno”. Il comprensorio intorno a Nova Levante-Carezza comprende 40 km di piste da sci tra le più soleggiate della regione e frequentate soprattutto dalle famiglie, grazie alla presenza di strutture alberghiere attrezzate, parchi giochi per bambini e il nuovo snowpark di Christomannos. Gli impianti di risalita si articolano tra Pra di Tori, Laurino e Masarè, dove si concentrano le principali piste sciistiche e da dove partono i 116 km di sentieri, paradiso del trekking durante il periodo estivo, lungo le montagne del Catinaccio.


08/01/2012 09:00:00
Autore: A.V.

comments powered by Disqus