Sotto al sole, sulle spiagge di Zanzibar

Zanzibar Beach

Un’isola di spezie, come probabilmente indica il suo nome, posta sulla rotta che univa l’Africa all’Asia nel fiorente commercio dei preziosi aromi che sopravvive nella produzione di chiodi di garofano. Questa è Zanzibar, oggi meta famosa non tanto per le spezie, ma per le sue spiagge. Sono infatti più di venti le spiagge che offre Zanzibar, meta non troppo lontana dall’Italia se si approfitta di un volo diretto, raggiungendola così in circa sette ore di volo.

L’arcipelago di fronte alla Tanzania che la racchiude, comprende anche l’isola di Pemba e una miriade di piccole isole.  La vita sulle spiagge di Zanzibar è scandita in modo decisivo dalle maree che permettono di addentrarsi in acque molto basse per diversi metri con la bassa marea, ma avere a che fare con le acque agitate dell’alta marea, soprattuttto sulla costa orientale e occidentale.

Una spiaggia che risente meno di questo deciso alternarsi delle maree è Nungwi nel nord di Zanzibar. Località famosa per la costruzione delle tipiche piroghe dhow, Nungwi è circondata dalla barriera corallina che la rende un luogo ideale per chi ama immergersi. Battuta dal turismo vacanziero, soprattutto italiano, punteggiata da villaggi turistici e alberghi, si estende più a sud la lunga spiaggia bianca  di Kiwengwa con i numerosi e piccoli negozi che vendono, tra l’altro, tipici oggetti artigianali.

Zanzibar coral reef natureIn contrapposizione a quest’ultima, il tranquillo villaggio di pescatori di Bwejuu circondato da una rigogliosa bellezza naturale offre la tranquillità della sua spiaggia, ma anche la possibilità di dedicarsi allo snorkeling. Un altro villaggio di pescatori, ben collegato da servizio di autobus e navetta , è Jambiani, con la lunga spiaggia bianca e abbagliante. Surf, kitesurf e  immersioni si possono praticare a Paje con l’immensa spiaggia punteggiata da palme di cocco, una delle zone migliori dell’isola per dedicarsi a questi sport, dove le bellezze del fondale corallino si possono ammirare anche senza grandi nuotate, approfittando della bassa marea. Queste sono solo alcune  delle spiagge di Zanzibar, in cui molti sognano di trovarsi, tra il bianco abbagliante della sabbia, il turchese brillante delle acque e il blu intenso del cielo.

 


20/01/2012 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus