Immersione nel lago Verney, tra le nevi e le montagne di La Thuile

La Thuile - Pronti per il grande salto...

Che La Thuile fosse una rinomata località sciistica, con i suoi 160 km di piste, è noto a molti. Situata nel comprensorio Espace San Bernardo permette di sciare sia sul versante valdostano che su quello francese usufruendo di una fitta rete di impianti di risalita, circa 40, con cui è possibile salire alla ragguardevole quota di 2.600 mt per poi ridiscendere in un panorama sensazionale, dominato dal Monte Bianco e dalle sue montagne. Meno noto è che nei pressi di La Thuile, in inverno, è anche possibile fare immersioni. Il lago di Verney, a cui si può arrivare in elicottero, motoslitta o con gli impianti di risalita diventa, nella stagione fredda, un piccolo artico da esplorare sotto uno spessore di ghiaccio che può variare da mezzo metro a due metri.

Underice (La Thuile, lago del Verney)L’esperienza è destinata ovviamente ai più motivati o appassionati di immersioni subacque in condizioni estreme. Muniti di muta stagna e con l’assistenza di esperti subacquei, passando attraverso un apposito foro e assicurati a una fune ci si ritrova in un mondo surreale. Il ghiaccio, con le sue svariate sfumature visto da sotto riflette la luce su un mondo magico, apparentemente immobile nell’attesa del disgelo. Un faro illumina l’acqua nel punto dell’immersione, ma più in là regna l’oscurità creando un gioco affascinante di luci ed ombre. A causa della temperatura proibitiva dell’acqua che raggiunge -1° l’immersione non può durare molto, al massimo mezz’ora e in superficie l’ambiente non è molto più ospitale, considerando che il lago Verney si trova in una delle zone più fredde della Valle d’Aosta, ma l’esperienza merita di essere vissuta, per chi desidera cimentarsi in questo tipo di sport.

Lago Verney In estate La Thuile diventa il paradiso degli escursionisti, anche grazie alle due seggiovie Bosco Express e Chalet Express con le quali si può salire a quota 2.400 mt, portando con sè la mountain bike. Escursioni facili o impegnative, arrampicate, pesca, rafting e il vicino Parco Avventura Mont Blanc a Pré Saint Didier, aperto anche d'inverno neve permettendo,  completano l’offerta turistica a stretto contatto con le cime maestose, come il Monte Bianco, il Piccolo San Bernardo e il ghiacciaio del Rutor.

 


01/02/2012 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus