Boracay Beach

Si tratta di un sogno made in Filippine, che tutti almeno una volta nella vita, dovrebbero vivere: il relax allo stato puro si mescola in alchimia perfetta con le tante possibilità di escursioni offerte ai visitatori di Boracay Beach, circondata da acque di cristallo, spiagge fini e morbide e paesaggi collinari che custodiscono piccole e grandi meraviglie.
 
A sorprendere è la semplicità del luogo, essenziale eppure completo. Il porto turistico specialmente è capace di calamitare l’attenzione dei visitatori: è bagnato da acque tiepide, colorato di deliziosi tinteggi, invita al relax e regala emozioni che davvero non si possono dimenticare.
 
Ospitata nell’isola Boracay, la spiaggia non è l’unica attrazione, per quanto sia una delle più gettonate. Sul mare si affacciano ad esempio dei bellissimi complessi collinari, tutti da visitare che in alcuni casi si concludono in selvagge scogliere e in altri lasciano spazio a intricati e avventurosi sentieri verdeggianti e profumati che conducono al mare.
 
Lo spettacolo al vostro arrivo a Boracay Beach è di puro stupore: si tratta di chilometri di sabbia fina, accarezzata da un mare quasi mai mosso, un paradiso in terra nel quale riposarsi e godere dei benefici influssi del sole. Frequentatissima specie durante la stagione estiva, che va da dicembre a luglio, Boracay Beach è ben protetta dai venti, per lo meno se la si contrappone con altre spiagge vicine, oasi di divertimento per chi pratica il wind surf a livelli professionali.
 
In escursione si potranno anche scoprire favolose baie protette, e piccole spiaggette raggiungibili solo da mare i cui fondali potranno essere esplorati  durante indimenticabili avventure subacquee. Si nuoterà cosi fra fondali corallini, e incredibili pareti rocciose che precipitano fino a venti metri. I più esperti potranno vivere l’esperienza dell’immersione in grotta alla Black Rock o a Miniguin island, frequentatissima dagli amanti degli squali.
 
Se poi si vuole visitare l’isola in una maniera totalmente insolita, si potrà partecipare ad escursioni organizzate dai pescatori locali che vi porteranno in visita verso grotte insolite, abitate da pipistrelli che localmente sono detti mostri volanti.
 
Una volta abbandonato il mare, non resta che esplorare la terra ferma; da non perdere sull’isola c’è il meraviglioso museo delle conchiglie, il Kar Tir dove in esposizione è anche il favoloso artigianato filippino. Per un contatto diretto con la natura il consiglio è quello di partecipare alle tante escursioni in mountain bike: si potranno ripercorrere bei sentieri naturalistici a mezza strada fra la giungla e la spiaggia. Fra le mete più belle da raggiungere Puka Beack, famosissima per le numerose conchiglie che potrete trovare.
 
Anche il divertimento notturno è di casa a Boracay Beach e fin dal tramonto la spiaggia si accende di piccoli ristorantini, locali e bar, pronti ad offrire piatti tipici della tradizione, squisiti cocktail e musica dal ritmo tropicale.
 
Insomma una vera a propria fuga dalla realtà di tutti i giorni che vi farà innamorare di Boracay Beach e dell’isola. 

Claudia Zedda


04/02/2012 09:00:00
Autore: Claudia Zedda

comments powered by Disqus