Monte Rosa: uno skipass per tre valli da scoprire anche in estate

Un imponente massiccio accomuna tre valli tra Piemonte e Valle d’Aosta. E’ il Monte Rosa con i suoi 4.634 mt di altezza, di cui oltre 20 cime  sopra i 4.000 mt e 13 vette che superano i 3.000 mt, 10 ghiacciai e 17 rifugi situati nelle sole tre valli in questione. Se questo non bastasse per invogliare almeno ad una visita oppure a una gita, ma anche per un soggiorno o una settimana bianca, si possono aggiungere alla lista delle attrattive 180 km di piste da sci, di cui 40 km a disposizione di sciatori alle prime armi, 120 km per quelli più bravi e 20 km di piste nere per gli sciatori bravissimi.

Tre, delle sette valli che dividono un tale patrimonio sciistico e naturalistico sono la Valle di Gressoney, detta anche del Lys, la Val d’Ayas e la Valsesia. Uno skipass davvero speciale permette di usufruire degli impianti e delle piste che attraversano questa ampia area sciistica. Il Monterosa Ski comprende offerte molto allettanti, come quella del Mercoledì in Rosa che omaggia con riduzioni sulle tariffe le sciatrici che scelgono questa giornata per cimentarsi sui campi da sci, piuttosto che la possibilità di ricevere lo skipass gratuitamente, prenotando un soggiorno invernale per un minimo di 3 notti a mezza pensione. Sei sono le località interessate: Gressoney-La-Trinité e Saint-Jean, in Val d’Ayas Brusson, Champoluc e Antagnod, in Piemonte Alagna Valsesia da cui si può  raggiungere in funivia Punta Indren a 3.260 mt di quota, permettendo agli sciatori più esperti di ridiscendere a valle su una pista nera e rossa.

MonterosaIn estate il comprensorio bianco cede il passo a prati, boschi e montagne divenute accessibili anche a piedi. Il Tour del Monte Rosa, ad esempio,  consente un’emozionante esperienza escursionistica ad alta quota da rifugio a rifugio. Per rimanere sul versante piemontese, la Valsesia e il suo Parco naturale diventa un territorio tutto da scoprire a piedi, con la meta agognata del rifugio più alto d’Europa , Capanna Regina Margherita a 4.559 mt,  ma anche in mountain bike o bike trial, per i quali vengono organizzati appositi corsi. Alagna, il centro principale dell’alta Valsesia è permeata dalla cultura Walser di origine germanica. Passeggiando tra le strade del paese, su cui si affacciano le tipiche case in legno sarà inevitabile imbattersi nell’inconfondibile parlata walser, indugiare tra i negozi che espongono oggetti in pietra e legno dell’artigianato locale  e degustare la cucina locale, tra robuste minestre e  polente, gustose tome, il formaggio più diffuso nella valle e la crema cotta dei Walser a base di farina, panna e vino rosso.

La presenza del fiume Sesia permette, inoltre, di dedicarsi al kayak e alla canoa in località come Scopello, situata più a valle.  Sul versante valdostano, Gressoney in estate può contare sull’apertura degli impianti di risalita per poter raggiungere comodamente i punti da cui si diramano i vari sentieri. Inoltre, è possibile portare con sé la propria bicicletta o quella noleggiata sul posto e ridiscendere, magari scatenandosi in un avventuroso downhill dedicato ai più esperti sulle due ruote. Ai più piccoli, invece, sono dedicati i  baby-park del Fantalago-Terra di mezzo, mentre i pescatori sportivi possono rilassarsi con il loro sport preferito sulle rive dei laghetti alpini e per gli appassionati di golf è a disposizione, appunto, un campo di golf. Non manca neppure la piscina e l’offerta benessere.

vista sul monte rosaLa  Val d’Ayas, dal canto suo, è rinomata per la favorevole esposizione al sole, l’ideale per una bella abbronzatura di montagna. Con vista sul Monte Rosa, il paese di Antagnod ne rappresenta la località più caratteristica. Un comprensorio, quello del Monte Rosa capace di richiamare e affascinare gli appassionati di montagna non solo con la neve, ma anche con il sole d’estate. Sempre, comunque, domina l’imponente presenza della seconda montagna più alta d’Europa, dopo il Monte Bianco, di fronte alla quale nessuno può dirsi davvero indifferente ammirando le sfumature rosa che acquista nelle prime e nelle ultime ore del giorno.

 


12/02/2012 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus