Corno alle Scale: fiore all'occhiello dell'Appennino Bolognese conquista il mondo con i suoi maestosi rilievi

Corno alle Scale è un monte dell'Appennino settentrionale facente parte del comune di Lizzano in Belvedere, vicino a Bologna; ma che in parte le pendici meridionali fanno parte anche nella provincia di Pistoia. Il nome di questa montagna è dato dalla parete settentrionale, costituita da una serie di balze rocciose che per forma ricordano i gradini di una scala. E' un luogo di interesse comunitario e zona di protezione speciale facente parte del Parco regionale del Corno alle Scale. A questo monte, Vico Faggi, poeta e drammaturgo ha dedicato poesie e prose. La stazione sciistica della zona è il luogo dove Alberto Tomba mosse i primi passi e dove si allenò per diventare un campione, infatti due delle piste odierne sono dedicate a lui. La stazione è insediata in una specie di anfiteatro naturale che si estende fino al lago Scaffaiolo ed è composta da 36 chilometri di piste per lo sci alpino, ben servite da 5 seggiovie, uno skilift e due tapis roulant, per supportare un afflusso complessivo di circa 10.000 persone all'ora. L'innevamento artificiale copre quasi del tutto le piste. Due anelli servono lo sci di fondo con uno dei quali che misura 4 km, a cui arrivare servendosi della seggiovia "Le Malghe" mentre l'altro è nei pressi del rifugio "Cavone" ed è dedicato ai principianti. Per lo snowboard è presente uno snow park, che in pratica è un'area attrezzata per evoluzioni acrobatiche, ma adatto solo ad esperti. Sempre in località "Le Malghe" presente anche pista riservata noleggiabile a tempo, servita dalla seggiovia "Cavone". L'organizzazione dell'impianto sciistico ha pensato anche ai bimbi, infatti ogni fine settimana viene allestito un baby park attrezzato con giochi gonfiabili. Per arrivare in questo favoloso centro di villeggiatura invernale bisogna ricordare che vi è un solo accesso stradale dove passare in auto: e cioè la strada provinciale 71 "del Cavone", che partendo da Vidiciatico, che è una frazione di Lizzano in Belvedere, risale la valle del torrente Dardagna e termina oltre il rifugio "Cavone", a circa 1.500 metri sopra il livello del mare; proprio vicino ad alcuni impianti di risalita; però la montagna è raggiungibile anche dai versanti di Modena e Pistoia. Tutto il territorio tra i due comuni principali è disseminato di ogni tipo di locale per svago, alloggio, comfort e buona cucina come: ristoranti, pizzerie, residence, alberghi, agriturismo, Bed & Breakfast, pub, agenzie di viaggio e immobiliari,appartamenti, negozi di ogni tipo per shopping di classe e acquisti di prodotti tipici e artigianali,rifugi, e persino sale da ballo, club e cinema. Il territorio è di una bellezza rarefatta con alte cime, rappresentato dal Parco Regionale del Corno alle Scale,che è area protetta, che tutela un prezioso territorio montano, ricco di alti e maestosi rilievi da cui nascono le valli dei torrenti Dardagna e Silla. Corno alle Scale è la cima più alta del Parco e anche di tutto l’Appennino Bolognese, anche geograficamente parlando è una zona da visitare senza dubbio; la magnificenza naturale del posto sposata ai servizi turistici di lusso e organizzati fanno di questo comprensorio uno dei più belli e ambiti del nostro paese.


20/02/2012 09:00:00
Autore: F.B.

comments powered by Disqus