Il panorama della costa Ligure vista dal monte Caucaso

Il mare all'improvvisoSull’Appennino Ligure, a 1245 metri di quota, si trova il Monte Caucaso, caratteristica montagna della Val Fontanabuona. Per fare una panoramica geografica, il Caucaso ospita sul versante occidentale il comune di Neirone, mentre su quello meridionale si trova il paesino di Moconesi; il versante settentrionale giunge fino al Passo della Scoglina e alla frazione di Barbagelata. Rinomato anche per la sorgente del fiume Aveto per giungere alla vetta esistono diversi itinerari, ma il più semplice è indubbiamente il caratteristico “giro ad anello”. Si parte da Barbagelata, ad un’altitudine di 1115 metri, seguendo un tratto rettilineo; poco prima del centro abitato si prosegue per una stradina sterrata con un segnavia che mostra il simbolo di un triangolo rosso.

 

Giunti ad una biforcazione della strada, è necessario seguire il cartello che indica di svoltare a sinistra per il rifugio del Monte Caucaso. Proseguendo, ci si inoltra nel bosco, fino a giungere alla sorgente del fiume Aveto. Il percorso continua seguendo sempre il segnavia con il triangolo, e, dopo circa una mezz’ora di cammino, un cartello indica di svoltare a sinistra. Proseguendo per circa un quarto d’ora si giunge finalmente alla cappella che sorge sulla cima mentre se si prosegue per ulteriori dieci minuti, si può ammirare la sommità del Monte Caucaso a 1245 metri di altitudine. Il panorama mozzafiato che si offre alla vista dei visitati ripaga a pieno le fatiche spese per giungervi: le Alpi Apuane e le Liguri sono visibili in tutta la loro bellezza e, ad arricchire il meraviglioso spettacolo naturale, troviamo il Monviso ed il Monte Rosa, Ramaceto, Aiona, la catena dell’Antola, Alfeo, Carmo e Lesina. A completare il quadro, volgendo lo sguardo verso l’orizzonte, troviamo la costa ligure visibile per quasi la sua totale interezza. Durante il secondo conflitto mondiale, sul Monte Caucaso si effettuavano gli avvistamenti dei cacciabombardieri diretti su Genova e, per questo motivo, fu costruita una caserma. Oggi, questo luogo non è più militare ed è stato adibito a rifugio dalla Comunità Montana Fontanabuona.

vetta del monte caucasoIl Rifugio Escursionistico Monte Caucaso è divenuto una struttura in grado di ospitare dodici posti letto, e di fornire ristoro; è aperto tutto l’anno, ma è opportuno telefonare per verificare la disponibilità e per prenotare. Per continuare il giro ad anello per fare ritorno a Barbagelada è necessario proseguire il cammino seguendo sempre il segnavia con il triangolo rosso; il percorso diventa improvvisamente ripido e scosceso, pertanto è necessario prestare particolare attenzione, e dopo circa venti minuti si giunge ad Acquapendente. Si continua a scendere seguendo il segnavia con tre pallini rossi fino ad arrivare al Passo della Scoglina, ad un’altitudine di 926 metri. Qui, sono due le opzioni: o si prosegue seguendo il sentiero, oppure si va sulla SP 56 che in 40 minuti circa, riconduce al punto di partenza. L’escursione sul Monte Caucaso è un’esperienza davvero unica, adatta a tutti, sia grandi che piccini; il sentiero non presenta difficoltà eccessive, e conduce in luoghi paradisiaci ed incantati. Il giro ad anello ha una percorrenza di circa due ore e cinquanta minuti e può essere effettuato durante tutto l’anno. Un giro in montagna di ineguagliabile bellezza che rimarrà sicuramente nel cuore.

 

 


25/03/2012 09:00:00
Autore: F.B.

comments powered by Disqus