Motta di Livenza, un tuffo nella sua storia

motta di livenza trevisoIl comune di Motta di Livenza, in provincia di Treviso, gode di una posizione privilegiata, sulla confluenza del fiume Livenza e Monticano, ai confini con il Friuli. Il paese è così chiamato per i dossi artificiali o ammassi di terra, volgarmente denominati “motta” che, grazie ai rilevamenti archeologici, sono stati ritrovati nel paese. Attualmente ancora non si è a conoscenza della funzione di tali rialzi di terra, gli storici pensano possano essere state innalzate anticamente a scopo militare o religioso. Storicamente Motta di Livenza ha subito notevoli scossoni, infatti è sempre stata oggetto di contesa, interessata dalle vicende umane e storiche che si svolsero tra il XI secolo e il XIII secolo ed inoltre, ha subito due alluvioni disastrose. Nonostante ciò l' accrescita culturale e lo sviluppo economico del paese in questo secolo, ha riportato il paese quasi al suo antico splendore. Ad oggi i numerosi monumenti sono una delle mete preferite dai turisti in cerca di arte e tradizione, ma il turismo religioso è in assoluto la principale motivazione di visita di Motta di Livenza. Oltre al Duomo di S.Nicolò, fondato nel 936, al cui interno si trovano le bellissime opere di Pomponio Amalteo, e la chiesa di San Giovanni Battista, la più antica del territorio con un affresco del cinquecento, la Basilica della Madonna dei Miracoli è meta di consistenti pellegrinaggi. La Basilica fu edificata nel 1510, in seguito all'apparizione della Madonna ad un umile contadino. Dichiarata monumento nazionale, è oggi un autentico capolavoro d’arte. Al suo interno, tra le altre opere, possono essere ammirati gli affreschi del Pordenone e la Natività di D’Asola. Dai lati dell’altare si scende nella Cripta, che è il cuore del Santuario, il luogo dove apparve Maria. Di notevole interesse è la Loggia Comunale del quattrocento, sede del podestà e della magistratura, al cui interno è possibile ammirare i busti di personalità famose vissute a Motta Di Livenza: Antonio Scarpa, Pompeo Marino Molmetti e Padre Leonardo Bello. Attualmente il vanto del territorio è il Vino Rosso, prodotto in diverse tipologie nella frazione di Malintrada e presentato nelle sagre ogni anno nel mese di maggio. Altre feste e appuntamenti mondani riguardano il carnevale mottense, la fiera della Madonna nel mese di marzo, la festa del cavallo a maggio e il caratteristico Palio dee batee, gare di voga su antiche imbarcazioni, con sfilata storica in costume rinascimentale, che si svolge il primo fine settimana di ottobre. Il concorso di scultura in legno che si svolge ad autunno e il concorso nazionale di pittura a dicembre sono ciò che rimane di un grandioso passato artistico del paese che fu sede, verso la metà dell’800, di una prestigiosa pinacoteca, all’interno della quale era custodita una notevole collezione di dipinti antichi del professor Scarpa, oggi tutti venduti all’asta. Fortunatamente alcuni di essi sono stati donati per le sale comunali di Motta Di Livenza. Passeggiando per le strade del paese è possibile godere di paesaggi incantati sulle sponde del fiume Livenza e trascorrere una vacanza all’insegna della tradizione, dell’arte e della religione.


Motta di Livenza - Fiume Livenzetta (ramo vecchio del fiume Livenza) in Italy

20/05/2012 09:00:00
Autore: F.B.

comments powered by Disqus