La spiaggia Port Launay di Mahe' (Seychelles)

Situata all’interno del Parco Marino Nazionale, la spiaggia di Port Launay impreziosisce la bella costa nord occidentale dell’isola di Mahè, nelle Seychelles.
Il tratto che maggiormente la caratterizza è sicuramente rappresentato dalla sabbia fine e candida  protetta a ridosso da profumati alberi locali che offrono ombra a qualsiasi ora. Il mare inoltre è cristallino, ideale per chi cerca una località tutto relax e riposo, nella quale godere del sole divertendosi a momenti con del piacevole snorkeling o con delle immersioni poco impegnative. I pesci coloratissimi che abitano tutto il litorale e si avvicinano alla spiaggia sono una grande attrazione per i turisti incuriositi dalla vita sottomarina. La spiaggia facilmente raggiungibile seguendo la strada che attraversa la nota località di Port Glaud è interamente zona protetta, e dunque al visitatore è richiesto rispetto per le regole imposte a tutela di un delicatissimo ecosistema.

Affiancata da molte altre calette più o meno intime, insieme con Anse Louis la spiaggia di Port Launay è una delle più pittoresche e fruibili.
Naturalmente non è l’unica attrazione di tutta la piccola isola, ospitale e particolarmente tranquilla, dato che di norma per visitarla sono richiesti almeno 3 giorni. Avendo una spiccata vocazione turistica, le attrazioni di Mahè sono ben segnalate grazie all’uso di chiari ed indispensabili cartelli stradali che non lasciano il turista in balia del caso.
Merita una visita la spiaggia di Anse Royale (purtroppo in alcuni periodi particolarmente affollata) ed il suo paesino, sulla costa est dell’isola, piccolo e a portata d’uomo.
Gli amanti delle spiagge selvagge e imprevedibili troveranno particolarmente suggestiva Anse Takamaka, e la fascinosa Baie Lazare, ideale per la balneazione dei più piccoli. Ugualmente bella è la Anse Soleil e la Anse a la Mouche. Il consiglio è quello di raggiungere queste spiagge a cinque stelle in macchina: in questo modo si avrà la possibilità di conoscere e ammirare un litorale che lascerà letteralmente a bocca aperta.
Per chi desidera invece vivere spiagge in piena tranquillità, il consiglio è quello di visitare la baie fra Anse a la Mouche e Grande Anse, frequentate quasi esclusivamente dagli abitanti del posto.
Anche l’interno non è per niente male. Di rientro dalle spiagge si potrebbe percorrere la Chamin les Canelles interna che conduce direttamente ad Anse Royale facendo tappa al Jardin de Roi, giardino caratteristico nel quale ammirare una infinità di piante e spezie che di norma conosciamo solo essiccate.
I piatti tipici hanno tutti una forte influenza creola, per niente spiacevole e si potrà gustare anche un’ottima e speziatissima zuppa di pesce.


04/04/2012 09:00:00
Autore: Claudia Zedda

comments powered by Disqus