Sperlonga:storia e paesaggio


Sperlonga è da anni, senza alcun dubbio, uno dei più rinomati centri turistici del litorale laziale.
Il suo paese originario, un piccolo borgo di pescatori, intorno a cui si è sviluppato in modo concentrico l’attuale Sperlonga, ha una storia complessa ed antica e per molti versi incerta.
Secondo alcuni studiosi, infatti, in quell’area ai confini con Fondi vi sarebbe stata la leggendaria Amyclae fondata dagli Spartani e poi successivamente scomparsa.
Sperlonga successivamente fu importante centro di villeggiatura dei Romani che trasformarono le caverne della costa in luoghi di piacere ( da qui il nome di Sperlonga )
La più famosa di tutte fu quella di Tiberio di cui parlano Svetonio e Tacito.
L’abitato attuale segui le vicende di Fondi ai cui feudatari le terre appartennero per molto tempo .Nel 1379 si rifugiò l’antipapa Clemente VII dopo la sconfitta della sua fazione nei pressi di Marino.
Infine Sperlonga fu terra di conquista e razzia di Khayr al-Dīn Barbarossa, detto in ambiente cristiano italico Ariadeno Barbarossa, che divenne dopo il 1533 l'indiscusso ammiraglio) della flotta ottomana.
Nel 1536 dopo una terribile incursione sulle coste tirreniche: sbarchi e saccheggi avvennero a Cetraro e in alcune località del golfo di Napoli. Egli approdò a Sperlonga e messo a ferro e fuoco il territorio circostante e la stessa città, tentò addirittura di rapire Giulia Colonna, giovane e bella vedova di Vespasiano Colonna.
Questa è la stora in pillole di Sperlonga che con la ricostruzione del XVIII e XIX assunse la forma attuale (cosiddetta "a testuggine").
Molte sono le torri di avvistamento e tra queste la "Torre centrale", detta localmente Torre Maggiore, impiantata nel XVI secolo ed ancora la "Torre Truglia", edificata nel 1532 su una precedente torre romana,e situata sulla punta del promontorio su cui sorge il paese.
Dopo la distruzione del Barbarossa venne ricostruita nel 1611 e di nuovo distrutta nel 1613
Non meno interessanti sono le chiese e tra queste Santa Maria di Spelonca è menzionata come esistente già nel 1135. A due navate, con matronei, subì successivamente modifiche e rifacimenti.
Ritornando all’epoca romana appena fuori del paese si trova la Villa di Tiberio appartenuta nel I secolo dC all’imperatore Tiberio
La villa era costituita da diversi edifici disposti su terrazze rivolte verso il mare. La prime strutture sono relative ad una villa di epoca tardo-repubblicana.
Durante la costruzione della strada litoranea tra Terracina e Gaeta nel 1957 venne scoperta una grande quantità di frammenti marmorei, straordinari per la qualità delle sculture e le dimensioni dei blocchi. Le sculture che si rivelarono essere in alcuni casi originali di età ellenistica sono allocate nello stupendo Museo Archeologico realizzato nel 1963.
Questa è in sintesi Sperlonga centro indimenticabile che consente al visitatore, non soltanto una permanenza piacevole, ma anche un tuffo nel passato.


10/02/2011 09:00:00
Autore: Cesare Albanesi

comments powered by Disqus