Edimburgo, tra storia, divertimento e mistero

Edimburgo, capitale della Scozia, è una città che si presta ad essere visitata  seguendo diversi itinerari, storico, culturale, naturalistico, del divertimento e del mistero.  Fa parte delle cinque città più belle del mondo, ha visto nascere e crescere personaggi famosi come i letterati Robert Louis Stevenson e Sir Walter Scott, oltre al filosofo David Hume e all’economista Adam Smith, è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco, piove poco e le temperature non sono mai né troppo rigide, né troppo elevate. Inoltre, con l’Edinburgh Pass, la carta prepagata per il turista, è possibile visitare un certo numero di attrazioni turistiche usufruendo dell’efficiente rete di trasporti pubblici a costi ridotti, evitando lunghe code e risparmiando così tempo e denaro.

Queste, insieme a molte altre ragioni invitano il turista a visitare Edimburgo che, come Roma è stata costruita su sette colli e si espande su diversi livelli, compresi tra  la parte più antica e quella della città nuova, costruita alla fine del 1700 per essere abitata dai ceti agiati che volevano sfuggire dai quartieri poveri della città vecchia, dove spesso i ricchi vivevano ai piani superiori di edifici che ospitavano i meno abbienti  ai piani inferiori in condizioni misere, tanto da indurre molti ricchi a lasciare Edimburgo e trasferirsi a Londra. Per trattenere i cittadini altolocati ad Edimburgo fu varato un piano di risanamento della città e, su progetto di James Craig fu costruita la città nuova, dando il via alla trasformazione neoclassica della città, nota come l’Atene del nord.

Edimburgo si presta ad essere visitata in qualsiasi periodo dell’anno per la ricca serie di eventi che vi hanno luogo, tra cui il famoso festival internazionale degli artisti di strada e il Military Tattoo, la grande parata militare. Anche la stagione invernale ha il suo fascino, rendendo Edimburgo ancora più romantica e misteriosa. L’aspetto misterioso, infatti, è una tra le caratteristiche  che la città vecchia offre per mezzo di  tour guidati alla scoperta degli antichi sotterranei che si snodano sotto la città.

La Old Town include, tra l’altro l’antico castello, simbolo della città che può essere visitato anche con l’utilizzo di un’audio-guida. Nel castello sono custoditi i gioielli della Corona, la Pietra del Destino e il museo nazionale  della guerra. Sempre nella Old Town  è  ospitata la residenza ufficiale scozzese della Regina che ha sede nel palazzo di  Holyroodhouse sullo sfondo dell’Arthur’s Seat, un altopiano collinare di origine vulcanica, una delle mete preferite dagli abitanti di Edimburgo. Il castello e Holyroodhouse sono collegati dalla Royal Mile, una strada lunga un miglio su cui si affacciano caratteristici edifici del 16° secolo a cinque o sei piani. 

A soli 15 minuti dal centro, è possibile salire a bordo della Royal Yacht Britannia, vero e proprio palazzo reale galleggiante e vistarne i vari ambienti, dagli appartamenti reali, alla sala da te e alla sala macchine. All’insegna della natura e della tranquillità, una delle mete da non perdere sono i Royal Botanic Gardens,  a circa un km dal centro di Edimburgo e aperti tutto l’anno con ingresso gratuito. Costituiti nel 1670, i giardini botanici sono considerati tra i più belli del mondo. Uscendo dalla città ci si trova immersi nello splendido paesaggio del Perthshire, ideale per chi ama camminare nella natura, tra boschi e colline. Una bella passeggiata lungo il mare si può fare anche a Portobello, la spiaggia di Edimburgo, molto affollata nelle giornate più calde d’estate.

L’aspetto divertente di Edimburgo può essere colto recandosi alla secolare Camera Oscura, edificio all’interno del quale è possibile sperimentare fantastiche illusioni ottiche, giochi di luce straordinari e visitare la città in modo virtuale e magico, reso possibile da un meccanismo di lenti e specchi che riflettono l’immagine della città dall’esterno verso l’interno dell’edificio.  Come del resto, risulta molto divertente recarsi a Holyrood Road presso il Dynamic Earth, dove in apposite gallerie vengono riprodotte le diverse dinamiche della terra ed è possibile,  ad esempio sperimentare una tempesta tropicale o volare sopra i ghiacciai. Atrettanto vivace, la vita notturna con i numerosi pub dove si suona la musica dal vivo, le discoteche e i ristoranti sparsi qua e là nella città.

 

 


01/03/2011 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus