Veroli, nel cuore della Ciociaria

Tra i tanti piccoli centri, ricchi di storia, di arte, tradizioni e bellezze naturali della Ciociaria, si pone Veroli, situata ai piedi dei Monti Ernici. Da sempre un po’ offuscata dalla capitale, questa parte dell’Italia centrale che fa parte della provincia di Frosinone,  merita di essere conosciuta meglio e apprezzata maggiormente per le ricchezze del suo territorio.

A cominciare dalle famose abbazie, come quella di Monte Cassino, oppure l’abbazia di Casamari, appunto, nell’area intorno a Veroli, fondata dai Benedettini nel 1035 e ricostruita nei due secoli successivi dai Cistercensi. Importante nucleo monastico dell’Italia centrale fino alla fine del 1400, l’abbazia perse poi importanza fino al definitivo declino nel 1799, quando fu saccheggiata dall’esercito francese.

Perfettamente conservata e situata in un avvallamento con le montagne che fanno da sfondo, colpisce per l’austerità del suo aspetto in pietra grezza. Diversi edifici si aprono intorno al chiostro centrale: il locale della farmacia, il magazzino, la sala capitolare e la chiesa a cui si accede dalla scalinata e dal portico a tre arcate. Nel Museo-Pinacoteca, che può essere visitato su richiesta sono conservati quadri e reperti archeologici.

Nell’abitato di Veroli, il borgo di S.Leucio è caratterizzato dalle antiche case in  pietra di epoca medievale e altri edifici religiosi costituiscono interesse storico, ad esempio la Cattedrale del 1200 e rifatta nel 1700 che ospita il Museo del Tesoro con antichi oggetti di oreficeria e l’Archivio capitolare, dove sono custodite preziose pergamene. Una particolarità di Veroli è quella di essere stato il paese originario di balie molto richieste in Europa, soprattutto da famiglie altolocate.  

Poco distante da Veroli, sulla sommità di un colle è situato il caratteristico abitato di Boville Ernica di impronta medievale e rinascimentale. Sovrasta il borgo il Castello del Cardinal Filonardi, con il portale attribuito a Bramante e un mosaico di Giotto all’interno della chiesa del castello.

Tradizionalmente a vocazione agricola, Veroli propone, tra i suoi  prodotti tipici, il tipico pane casareccio, le “crespelle”. ciambelle di pane con anice, a cui viene dedicata ogni anno l’omonima sagra e il Garofolato, carne di pecora aromatizzata con chiodi di garofano.

 


08/04/2011 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus