Volando a Maui, nelle Hawaii

Mentre la pioggia, il vento e la neve imperversano sul resto degli Stati Uniti d’America, in uno dei suoi territori si respira aria d’estate e ci si immerge nelle acque tiepide dell’oceano. Questo accade alle Hawaii, quando l’inverno copre l’America settentrionale e gli altri paesi dell’emisfero nord, la stagione ottimale per concedersi una vacanza soleggiata ed avvolgente.

Se questo vale per la nostra stagione invernale, è pur vero che recandosi alle Hawaii tra aprile e novembre si ha il vantaggio di usufruire di prezzi meno elevati, essendo bassa stagione. In ogni caso, le temperature si mantengono pressoché costanti durante tutto l’anno e la scoperta delle varie isole hawaiane porta con sé sorprese gradite.

L’isola di Maui, ad esempio, è una meta turisticamente gettonata, ma a parte la costa occidentale molto frequentata, dove peraltro si trovano bellissime spiagge bianche, è ricca di paesaggi rimasti intatti che hanno mantenuto il loro aspetto selvaggio. Due vulcani ormai spenti formano un’ampia valle e proprio per questo Maui viene chiamata anche l’Isola della Valle.

Il paesaggio vulcanico che rivela le origini dell’isola è racchiuso all’interno del Parco Nazionale di Haleakala, la montagna più alta di Maui con i suoi 3.000 mt di altezza, da cui ci si può liberare in volo con il deltaplano. Nel grande cratere e nel parco si può tranquillamente passeggiare e immergersi nel paesaggio lunare, oppure andare a cavallo o in mountain bike.  

Percorrendo la strada panoramica Hana Highway, considerata la più bella delle Hawaii che collega Hana a Kailua nel nord dell’isola, si passa dalla foresta pluviale alla costa selvaggia, attraversando un’infinità di piccoli ponti, cascate e laghetti dove potersi fermare per immergersi o seguire a piedi uno dei tanti sentieri alla scoperta di piccoli paesi e inaspettati punti panoramici.

Inoltre, grazie all’altitudine, al clima secco e all’aria pulita, il monte Haleakala ospita un famoso osservatorio che fa di Maui un importante centro per l’osservazione astronomica.

Non solo, l’isola è anche una nota destinazione per l’avvistamento delle balene che migrano qui dalle fredde coste settentrionali dell’America per trascorrervi l’inverno, ormai fuori pericolo dalla grande caccia scatenatasi nella prima metà dell’800.

Il mare, certo, resta la maggiore attrattiva dell’isola che dispone dei migliori centri a livello mondiale di surf e windsurf.

Anche lo snorkeling è molto praticato in svariate località, dove il mare è più tranquillo e popolato da tartarughe, diversi tipi di pesci e coralli.

Negozi e ristoranti, invece, si concentrano a Lahaina, il maggiore centro turistico dell’isola, dove sopravvivono palazzi in stile ‘800 e vecchi locali, un tempo frequentati dai balenieri.

Maui dispone di tre aeroporti  e può essere visitata utilizzando il servizio di autobus oppure noleggiando un’auto con cui poter arrivare nei posti più remoti che nascondono l’altro lato di una vacanza hawaiana, tutta sole, palme e collane di fiori.  

 

 


26/10/2011 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus